Ad Eataly Roma il nuovo street food gourmet è tutto un programma

De Librije, l’amore per la cucina rende liberi
07/07/2017
Casa Divina Provvidenza: gli autoctoni di Nettuno
11/07/2017

Chiamatelo pure cibo di strada ma il tocco dello chef vi farà ricredere

Eataly ha da poco festeggiato i suoi primi cinque anni di apertura nella capitale e non finisce di stupire con nuovi e goduriosi appuntamenti per il palato. Mercoledì 28 giugno, infatti, ha ospitato nei suoi locali lo Street Food Gourmet per celebrare il cibo di strada, molto apprezzato in questo periodo della stagione e tattico per assaggiare piatti di qualità a prezzi contenuti.

Ce ne erano veramente per tutti i gusti e si rimaneva incantati ad ascoltare le parole dei sei chef chiamati per l’occasione che hanno descritto i loro piatti con precisione e verve comunicativa. Le più note specialità street food d’Italia sono state reinterpretate in chiave estiva e, sicuramente, il più apprezzato dai romani, oltre al panino con la trippa fredda alla romana dello chef Roberto Cotugno, è stato il classico picchiapò. La preparazione del bollito della tradizione popolare a prova di caldo e d’asporto, è stata cucinata dall’executive chef Eataly mondo, Enrico Panero: presentazione originale su uno stecco da gelato per smorzare la pesantezza della carne che è risultata, però, più asciutta del previsto, ma l’idea resta geniale. Ha fatto poi il suo ingresso un supplì non proprio supplì, per via di una pastella di troppo, che ha stupito per la perfetta fusione della mortadella, delle zucchine e del gorgonzola al suo interno creato da Enrico Papa. La presentazione di Marco Visciola ha risposta bene all’esigenza da street food con un tacos di alalunga scottato, verdure grigliate e pinzimonio di stagione in abbinamento alle alici fritte imbottite. Un equilibrio tra dolce e salato non del tutto riuscito per Simone Ballicu e Daniele Ladaga con il loro krapfen con burrata, scampi e n’duja. Perfezione nel baccalà in saor del cuoco vicentino Alberto Basso: peccato che non rispetti il tema street food della serata ma sia l’anima più gourmet di tutto menù degustazione.

Una serata unica allo Street Food Gourmet di Eataly che ha lasciato spazio all’estro e alla creatività degli chef senza invadere troppo le papille gustative dei clienti, i quali hanno avuto la possibilità di calarsi in questo viaggio enogastronomico aiutandosi ogni tanto, però, con forchetta e coltello.

 

ANDREA MARTINA DI LENA

[widgetkit id=”409″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *