Aleph Rome Hotel, Oriana Tirabassi è la nuova Executive Chef

Schloss Schauenstein, una location da favola per Andreas Caminada
26/10/2018
Eataly Wine Festivale 2018, a novembre a Roma arrivano i piccoli produttori
30/10/2018

Legare la tradizione italiana e quella orientale: ecco la sua filosofia culinaria

 

Nella splendida cornice di Piazza Barberini, giovedì 25 ottobre, chef Oriana Tirabassi ha presentato in anteprima alla stampa il suo nuovo menù per l’Aleph Rome Hotel Curio Collection by Hilton. Il sole e l’aria di ottobre ci ha fatto compagnia per iniziare con un aperitivo di benvenuto con delle ottime bollicine sulla terrazza panoramica Sky Blue per poi passare all’interno del ristorante dove la chef ci ha portato alla scoperta del suo menù, composto da quattro portate. 

L’Aleph Rome Hotel ha recentemente riaperto le sue porte dopo un importante intervento di restauro, dove fondamentale è il Food & Beverage, che all’Aleph si annuncia particolarmente interessante con l’arrivo della nuova executive chef e della sua cucina, in linea con lo stile dell’albergo, tra tradizione, innovazione e ricerca.

Originaria di San Benedetto del Tronto, dopo alcune esperienze di ristorazione in Italia, nel 2008 la Tirabassi si è trasferita in estremo Oriente, lavorando in India, in Indonesia e Thailandia, per poi arrivare in Giappone. La sua filosofia e il suo stile culinario hanno preso molto da queste diverse esperienze, con l’obiettivo di legare la tradizione italiana con quella orientale. Non si tratta di cucina fusion, ma di cucina italiana trattata con tecniche di lavorazione di stampo orientale e di un’accuratezza del food design tipica dei paesi asiatici.  L’ultima tappa, prima di approdare all’Aleph, è stata il Ritz Carlton ad Osaka in Giappone.

Una figura fondamentale per Oriana, anche per la sua carriera, è stata quella della nonna, una signora che ancora oggi ricopre un ruolo basilare nella sua vita: “Grazie alla nonna, nella fattoria di famiglia, nelle Marche, prima di andare a scuola, andavo a lavorare nell’orto”. Da qui un’attenzione particolare per le materie prime, attitudine che ha potuto affinare nelle sue esperienze orientali.  L’obiettivo di Oriana è quello di ricercare e selezionare i migliori ingredienti della tradizione italiana secondo la stagionalità, lavorati con rigoroso rispetto del prodotto – di retaggio orientale – e con tecniche asiatiche (cura del taglio, della preparazione, dell’utilizzo dei corretti strumenti in cucina), apprese nel corso della sua lunga carriera. Una cucina fatta prevalentemente di “influenze e richiami”.

Nel menù presentato alla stampa, infatti, la nostra chef ha iniziato subito con una pagnottella fatta in casa, su modello dei pani giapponesi e un cuore cacio e pepe, pronta per essere degustata con il migliore olio italiano e un burro prelibato, fatto dalla chef: “E’ un benvenuto agli ospiti nel mio mondo, fatto di sapori romani, lavorati con tecniche e aromi orientali” ha racconta Oriana.

Subito dopo il pranzo è continuato con un’entrèe composta da: panzanella al Tonno e burrata, crudo di seppia con yuzu al limone e avocado e una zuppa giapponese di pesce aromatizzata al finocchio. Per primo la chef ci ha presentato Raviolo con il crudo di gambero rosso di Mazara, astice affumicato, e colatura di alici, bagnato con un infuso a base di menta, polvere di topinambur, olive taggiasche e Yuzu. Qui il raviolo, tipico della tradizione italiana si mescola con il crudo del gambero per un sapore del tutto innovativo. Si è passati poi al filetto di cervo aromatizzato con polvere di caffè, disteso su un letto di quinoa con una salsa al melograno accompagnato da pepe nero e finocchio. Per finire chef Oriana, ci ha deliziato con una torta al cioccolato e caramello con un attenzione particolare alla quantità di zucchero per richiamare la filosofia nipponica.

Inedite contaminazioni culinarie, un modus operandi che sa stupire e nello stesso tempo rassicurare, in cui i sapori dell’infanzia vengono arricchiti da echi esotici, tecniche orientali e serviti in una forma sempre armoniosa con un tocco tutto femminile di bellezza e design.

 

Martina Suez

 

[widgetkit id=”1013″] 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *