Bib Gourmand Michelin 2019: conferme e 21 novità a meno di 35 euro

Due donne si aggiudicano la Tiramisù World Cup 2018
07/11/2018
Il Paradiso di Lucifero: uno splendido giorno a Miyajima
08/11/2018

In attesa della presentazione della nuova Rossa il prossimo 16 novembre a Parma, svelati i nomi dei ristoranti italiani con il miglior rapporto qualità prezzo

 

Secondo Paul Bocuse la “Michelin è l’unica Guida che conta”. Dal 1956, anno del suo approdo in Italia, a oggi la Rossa è stata una continua evoluzione per simboli, pittogrammi e nuove categorie. Parallelamente agli stellati, a partire già dagli anni ’90, ci sono anche quei ristoranti che valgono la deviazione, posti in cui si mangia benissimo, apprezzati per l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Con il classico omino sorridente che si lecca i baffi, anche quest’anno figurano i Bib Gourmand, tutti i non stellati premiati dalla critica per regalare una piacevole esperienza gastronomica a meno di 32 euro (35 euro nei capoluoghi e nelle località turistiche importanti).

In anteprima sul lancio della 64esima edizione della Guida Michelin Italia, ricordiamo l’uscita della classifica suddivisa per regione con ben 257 indirizzi da provare. Ecco le 21 novità che meritano il viaggio.

Piemonte: Accademia Ristorante, Bove’s, La Pineta

Lombardia: Dentella, Osteria de l’Umbreleèr

Veneto: Barance, Aurora,

Trentino: Foresta

Emilia-Romagna: Trattoria Ceriati

Toscana: Taverna del Grappolo Blu, Fonte alla Vena

Umbria: Lampone

Marche: Burro & Alici

Lazio: Stuzzisco

Campania: Di Martino Sea front Pasta Bar, Il Gobbetto

Abruzzo: Casa Elodia

Puglia: Al Dragone, La Cuccagna

Sicilia: Buatta Cucina Popolana, Terrazza Costantino

 

Andrea Martina Di Lena

 
 

[widgetkit id=”1048″] 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *