Biennale Enogastronomica: la guida alle nuove tendenze del gusto

Il gelato come simbolo di pace, l’iniziativa di Officine del Sapore
19/11/2018
Academy So Wine So Food: formaggi… che passione!
21/11/2018

Incontri, degustazioni e tante novità legate al mondo del Food&Beverage. Dal 16 al 19 novembre a La Fortezza del Basso di Firenze è andato in scena uno degli eventi più attesi dell’anno.

 

Dal 16 al 19 novembre a Firenze c’è  un appuntamento per appassionati di Food&Beverage che si rinnova ogni due anni: la Biennale Enogastronomica. Giunta alla sesta edizione, la manifestazione quest’anno ha scelto per la prima volta il capoluogo toscano per celebrare i migliori prodotti italiani.  Fra incontri, dibattiti e più di 150 espositori, l’evento mette ‘in tavola’ le novità enogastronomiche. In questa edizione sono tante le nuove aziende vinicole e agroalimentari presenti e fra assaggi, show cooking e, ovviamente, degustazioni, è possibile acquistare i prodotti, tutti certificati DOC, direttamente agli stand.

Le novità del 2018. La Piazza della Pizza dove è possibile mangiare la pizza di una delle quattro migliori pizzerie di Firenze; Bianca 00, Simbiosi, Gustarium e Pizzaman. A proposito di pizza, la Biennale propone anche i laboratori ‘Mani in Pizza’ con i migliori pizzaioli fiorentini (perfetto per coloro che la pizza, oltre a mangiarla, amano anche prepararla). Una new entry è l’Area MixologyBar della Biennale dove i migliori Barman di AIBES realizzano miscelati originali: fra cocktail ed aperitivi c’è l’imbarazzo della scelta. Fra le tante attività gratuite c’è la mostra fotografica ‘La Bistecca si mette in mostra’ curata dal giornalista Marco Gemelli e Trattoria dall’Oste e il convengo ‘La bistecca può diventare patrimonio dell’umanità?’ in riferimento alla proposta del Sindaco Nardella di inserirla fra i Beni del Patrimonio Unesco. Degustazioni di olio (uno dei prodotti vincenti della Toscana), grappe, birre, Champagne, più di 500 etichette di vino oltre che gli immancabili focus su salumi, formaggi, tortelli, bignè e pane richiamano curiosi e ‘buon gustai’ da tutto il mondo. Ed è proprio per questo che il tema della manifestazione è ‘La tradizione si rinnova’: i protagonisti della Biennale sono proprio gli antichi sapori che nel tempo si sono conservati e oggi vengono reinterpretati in chiave moderna senza però, perdere la loro identità.

Francesca Tantillo

 

[widgetkit id=”1095″]

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *