Chef World Summit, il reame della gastronomia ha scelto il suo Re

Ecco la Rossa 2019 di San Francisco: sette grandi novità
29/11/2018
Magorabin: nella magica Torino, i migliori numeri enogastronomici sono quelli di Marcello Trentini
30/11/2018

In una tre giorni che ha avuto come palcoscenico il Principato di Monaco, l’alta cucina mondiale ha decretato il nome del miglior cuoco del pianeta: è Arnaud Donckele

 

Tanti sperano di raggiungere la vetta della loro professione ed essere riconosciuti come i migliori del loro campo. Pochi però riescono in quest’impresa. Per gli chef che hanno conquistato questo importante traguardo il loro palcoscenico è stato lo Chef World Summit 2018, uno dei più importanti eventi internazionali dedicati all’alta cucina organizzato da Catherine Decuyper con il patronato del Principe Alberto II di Monaco.

Sono stati tre giorni ricchi di cose da fare a Monaco con trainings, cooking-shows, laboratori e conferenze, dove gli chef hanno esposto temi come l’importanza dell’eco-sostenibilità, i giovani nel mondo della cucina, il rispetto per l’ambiente e lo speco alimentare. Tutto questo in uno spazio espositivo di prodotti di alta qualità di oltre 5500 mq. Il “mentore” dell’evento è stato Mauro Colagreco, chef di origine argentina proprietario del ristorante Mirazur di Menton. Ospite d’onore è stata Vandana Shiva, ecologista, scrittrice e attivista femminista di origine indiana fondatrice del Research Foundation for Science, Technology and Natural Resource Policy e vincitrice del Right Livelihood Award nel 1993.

Ma uno degli eventi sicuramente più importanti del summit, come citato all’inizio, è stata la premiazione dei 100 migliori chef (“Les 100 Chefs”) del mondo nella classifica Best Chef in the World 2019, dove ha partecipato la “creme de la creme” dell’universo gastronomico. Ma chi è che più di tutti rappresenta l’ideale di chef? I giudici non hanno avuto dubbi nel dare la risposta: Arnaud Donckele del ristorante La Vague d’Or di San Tropez. Non ci dimentichiamo, però, delle nostre eccellenze, infatti il miglior chef italiano è stato Enrico Crippa, chef 3 stelle Michelin del ristorante Piazza del Duomo ad Alba. Insomma, professionisti del settore, un programma ricchissimo, ospiti illustri e una premiazione a livello mondiale. Non c’è altro da dire tranne: non fatevelo scappare il prossimo anno, perché sarà da ricordare!

Alberto Baccaro

[widgetkit id=”1144″]

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *