Coupe du Monde de la Pâtisserie: a Torino la Svezia vince la Coppa Europa 2018

Cibo Nostrum 2018: la grande festa della cucina italiana
08/06/2018
Reale, the reign of essential
11/06/2018

Belgio e Svizzera invece si aggiudicano il secondo e terzo posto e si preparano anche loro per la finale della Coppa del Mondo della Pasticceria che si terrà a Lione nel 2019

 

Palpitazioni, emozioni, cori da stadio. No, non siamo ad una partita di calcio, ma alla quarta edizione della Coppa Europa, selezione europea della Coupe du Monde de la Pâtisserie, che per la finalissima di Lione festeggerà il suo trentesimo anniversario. La Coppa Europa si propone come vero e proprio trampolino di lancio per le giovani promesse del momento ci dice Gabriel Paillasson, il suo Presidente e Fondatore.

Per la prima volta in Italia, la Coppa Europa ha visto la partecipazione di sette Nazioni, delle quali solo tre concorreranno per la finale nell’ambito del salone Sirha di Lione. Stiamo parlando della Svezia, che è risultata essere la migliore aggiudicandosi il titolo di Campione d’Europa, del Belgio e della Svizzera, rispettivamente primo, secondo e terzo posto. Anche la Polonia partirà alla volta di Lione: grazie alla loro performance, Michal Doroszkiewicz e Marek Moskwa otterranno una wild card che permetterà loro di partecipare alla Finale. Molti i pastry chef presenti, tra cui Iginio Massari, Alessandro Dalmasso che è presidente del Club Coupe Du Monde de la Pâtisserie e di presentatori come Federico Quaranta. La Giuria è composta da sette pastry chef dei rispettivi paesi in gara, oltre al Presidente Fondatore e Philippe Rigollot, Miglior Artigiano di Francia 2007, vincitore della Coupe du Monde de la Pâtisserie 2005 e Presidente del Comitato Organizzatore Internazionale. I criteri di valutazione rispecchiavano il Lavoro, quindi l’igiene, il rispetto degli orari, l’organizzazione e la destrezza. La Degustazione, che è stata suddivisa in Torte gelato alla frutta e dessert al piatto. La presentazione del Buffet (sculture), basata sul risultato artistico, l’abilità tecnica ed i colori. Per finire l’Originalità, la Tecnica, l’Incollaggio e Finitura. Tutti i partecipanti hanno ricevuto una medaglia ed un diploma che attesta la loro partecipazione. Per quanto riguarda i premi speciali, la Polonia si è aggiudicata il Premio per lo Zucchero, la Turchia il Premio Eco-Responsabile e la Russia il Premio Cioccolato.

Ora non ci resta che aspettare la Finale di Lione del 27 e 28 gennaio 2019, dove si affronteranno 22 paesi, tra cui l’Italia già qualificata tra le migliori cinque nazioni. Chi sarà il vincitore assoluto del campionato più dolce di sempre?

Dan Munteanu

 

[widgetkit id=”756″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *