Cucinema, ciak 10 da Pantaleo: il barman Jordy di Leone in finale con il suo Patronum

Il successo della settimana della cucina italiana nel mondo
04/12/2018
Academy So Wine So Food, degustazione in azione!
06/12/2018

Nella semifinale food pairing anche lo chef Alberto Esterini si qualifica alla tappa successiva

 

Nuovi film, nuove sfide per Cucinema 2018. Lunedì 3 dicembre Pantaleo ha ospitato la terzultima semifinale con due esibizioni di mixologist in modalità food pairing. Set della decima tappa il locale glamour dedicato al Santo impossibile da uccidere, almeno stando alla leggenda. A dividersi la postazione dei cocktail, il patron mixologist Bruno Rocco e Jordy Di Leone di Botaniko; in cucina, invece, il resident chef Marzio Troiano e Alberto Esterini, sous chef del Magnolia Restaurant.

“Da Pantaleo abbiamo una drink list dedicata alle regioni italiane”, spiega Bruno Rocco intento nella preparazione del suo Il replicante, gin infuso alla Curcuma, Sakè Campari, succo di limone, zucchero e spuma di Cointreau blu. Con una proposta fuori carta, ricercata e dai sapori orientali, il bartender è riuscito ad amplificare i sapori del Blade Ramen di Marzio Troiano, piatto ispirato al film Blade Runner .“Prende forte spunto da due dei miei film preferiti di sempre, il primo – diretto da Ridley Scott – evidenzia il Ramen Noodles della famosa scena in China Town, mentre dalla versione di Denis Villeneuve ho voluto rappresentare la rivisitazione in twist moderna attraverso i colori magnifici che fanno da tema per gran parte del film”. Al posto dei Noodles spaghetti di patata americana bagnati da un brodo di pollo freddo speziato con zenzero e coriandolo.

L’altra coppia, risultata alla fine vincente, è stata suggerita dall’iconico fantasy di Harry Potter. Lo chef ospite Alberto Esterini ha impiattato il suo “magico” Pollo alla Hogwarts: carne affumicata con schiacciata di patate al burro d’arachidi, maionese, scalogni arrostiti, tartufo crema di zucca polvere di cavolo viola con consommé magica vaporizzata al tavolo e ispirata alla pietra filosofale. Come sempre originale la presentazione Jordy Di Leone, il quale ha studiato un perfetto abbinamento con Patronum, drink servito in un barattolo vintage, “I personaggi di Harry Potter hanno rilanciato questa moda con la loro saga”. Con grande padronanza di tecnica e di public speaking, il bartender di Botaniko ha raccontato il suo infuso di tequila allo jalapeno, mezcal, sciroppo di zafferano, albume e succo di lime, che riprende il gusto del piatto con un miele al tartufo di provenienza abruzzese e smorza l’affumicatura della carne con delle note dolci/amare.

 

Andrea Martina Di Lena

   

[widgetkit id=”1159″]

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *