Enotica, il festival del vino e della sensualità

Ok, il prezzo è giusto: vol. 5! L’Uomo delle Stelle continua a pagare i suoi debiti…
04/04/2018
Paul Bocuse, la storia della cucina francese e mondiale
09/04/2018

A Roma, nel trasformato “Forte Prenestino” è andata in scena l’ottava edizione di una delle manifestazioni più attese d’Italia

 

Eros e vino, un connubio che non ha mai cessato di esistere. Fin dai tempi delle leggende greche si è parlato della vicinanza di queste due sfere della vita che, attraverso le divinità Bacco e Venere hanno solleticato i piaceri terreni degli esseri umani più inclini al vizio. A Roma, nella cornice del Forte Prenestino, in cui si respirano gli odori e i sapori più autentici di Roma, è andata in scena l’ottava edizione di Enotica: il festival dedicato al vino e alla sensualità. Tre giorni di musica e allegria, ma anche di arte, cultura e storia perché raccontare il vino significa anche questo. E da qui la location che da semplice “Centro Sociale” ha subito un radicale restyling fino a trasformarsi in una galleria d’arte dove pittori, fotografi e fumettisti hanno esposto le loro opere, offrendole alla vista di tutti i partecipanti che ne hanno goduto assieme ad un buon calice in mano. Difatti il ‘fil rouge’ che ha legato questa tre giorni è stato proprio il vino, rigorosamente biologico e biodinamico al fine di riavvicinare l’uomo alla natura, e per qualche istante, appannare i ritmi frenetici del vivere quotidiano. Sessanta i produttori vinicoli presenti, che hanno recapitato a Roma i profumi sani di tutta l’Italia, dall’estremo nord del Trentino al profondo sud siciliano. Co-protagonista del contest non poteva che essere il cibo, anch’esso espressione della produzione biologica e dell’importanza della biodiversità, che ha permesso di toccare vette afrodisiache inesplorate anche in un evento come questo. Dulcis in fundo il dj set, d’altronde è naturale: non appena si finisce di bere, si comincia a ballare!

 

Jacopo Nicoletti

 

[widgetkit id=”676″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *