Food and Travel Italia: gli awards 2018

Il Paradiso di Lucifero, la Repubblica Dominicana è davvero il “terzo mondo” gastronomico?
18/10/2018
Particolare: dettagli curati a conferma di quanto mi aspettavo
19/10/2018

Con scenario il Forte Village Resort di Santa Margherita di Pula, tanti i premi consegnati alle eccellenze italiane. Tra le regioni, l’Abruzzo colleziona la menzione più importante

 

Gli Awards 2018 di Food and Travel Italia, edizione nostrana di uno dei magazine internazionali che si occupa di enogastronomia, beverage, e turismo di alto profilo. A determinare i finalisti sono stati i voti pervenuti dai lettori sul sito web della rivista. Il Forte Village Resort di Santa Margherita di Pula (CA), è stata la cornice di questa grande manifestazione presentata dall’editore italiano Pamela Raeli affiancato dal giornalista Gioacchino Bonsignore.

 

Le categorie premiate riguardano tutti gli ambiti della ristorazione e dell’ospitalità. Ristorante dell’anno (con le sottocategorie Classico, Emergente, Osterie-Trattorie e Stellato) e Hotel dell’anno (con le sottocategorie In città, Fuori Città, Agriturismo e B&B, Resort e Spa, Maître, Sommelier, Enologo, Cantina, Chef, Maestro Gelatiere e Pizzaiolo).

 

Tantissimi premi riservati ai professionisti da ogni angolo d’Italia,  ma una particolare menzione va all’Abruzzo, rappresentato dall’assessore al turismo Giorgio D’Ignazio: “L’Abruzzo viene annoverato nell’Olimpo delle regioni stellate d’Italia. Per l’eccellente livello dei servizi offerti e le prelibatezze di una enogastronomia che, per semplicità e ricercatezza di gusto e ricette, tramandate di generazione in generazione, è unica nella sua essenza”.

 

Gli altri premiati di questa regione sono stati il produttore Zaccagnini e l’enologo Vittorio Festa insieme a Riccardo Cotarella e Marco Mascellani. “Premio Speciale” allo chef Martino Ruggieri che rappresenterà l’Italia al Bocuse d’Or a Lione. Durante la serata “Tutti insieme” per raccogliere fondi a sostegno dell’Associazione “Alessandra X per le Donne”, in memoria di Alessandra, una donna che credeva nel valore femminile e nel progresso della ricerca medico-scientifica a supporto della salute delle donne durante il percorso oncologico. Giovanni Scambia, tra i migliori ginecologi oncologi italiani di fama internazionale, nonché direttore scientifico della Fondazione Policlinico Universitario “A. Gemelli”, IRCCS di Roma, è presidente onorario dell’associazione.

 

Andrea Mariani

 

[widgetkit id=”990″] 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *