Gourmet Food Festival Torino 2019: tutti gli appuntamenti

Affrancare il Prosecco in una vignetta
20/11/2019
Upstream: il salmone controcorrente
22/11/2019

Per il secondo anno consecutivo appuntamento al Lingotto Fiere di Torino per narrare il rapporto tra cibo e territorio

Gourmet Food Festival Torino si ripete per il secondo anno consecutivo. Dal 22 al 24 novembre, presso il Lingotto Fiere del capoluogo piemontese, un calendario ricco di appuntamenti ed eventi dove i visitatori potranno assistere a showcooking, degustazioni, talk, focus e addirittura a un campionato mondiale. Quest’ultimo è una delle novità del Festival che ospita le eliminatorie del VII campionato mondiale di Pesto al Mortaio,  competizione biennale che dal 2007 si svolge a Genova nel Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale. 

In queste giornate sarà raccontato il rapporto viscerale fra cucina e territorio mettendo l’accento sulle eccellenze regionali avendo sempre uno sguardo nazionale e internazionale. Con più di 100 appuntamenti  in calendario, i partecipanti hanno l’occasione di conoscere e imparare nozioni e curiosità sull’enogastronomia italiana e oltre confine con circa 100 produttori in assaggio selezionati da Gourmet Food Festival.

In questa edizione il Gourmet Food Festival si divide in 3 aree tematiche: 

  • La cucina di strada: in quest’area il pubblico assaggia piatti preparati al momento oppure degusta vini e birre artigianali italiane con qualche chicca internazionale.
  • Il mercato: è uno spazio in cui è possibile vedere, scoprire e acquistare le infinte eccellenze enogastronomiche, selezionate da Gourmet Food Festival.
  • Gli spazi eventi: in questo spazio si svolgono presentazioni, cooking show e degustazioni.

Fra gli originali appuntamenti c’è anche l’European Tea Show (di cui abbiamo parlato qui) che, alla sua prima volta al Gourmet Food Festival, accoglie i migliori tea taster del mondo. Per i più golosi si parlerà anche di gelato il 23 novembre con l’artigiano Alberto Marchetti che presenta la blockchain del gelato, ovvero il “passaporto digitale” per tracciare alimenti come uova, latte e caffè. Per gli appassionati della cucina nipponica, domenica 24 novembre alle 16.30 lo Chef Hiroto Akama spiega la vera cucina giapponese. Da non perdere anche i 6 incontri dedicati alla cucina vegetale, al mondo caseario e quello vegetale in collaborazione con la nuova partnership di Slowfood. Si parlerà di come trasformare un semplice piatto di insalata in qualcosa di orginale, di topping e impasti alternativi per la pizza, di cucina salentina migrata a Torino, ma anche di formaggi di alpeggio e acciughe. Un’attenzione particolare viene riservata anche alle birre artigianali e sul bancone d’assaggio spazio alle edizioni natalizie. Sempre in tema beverage, focus sul caffè con Sca Italy (comunità italiana del caffè specialty)  che si attiverà per diffondere la cultura degli specialty coffee in due aree dedicate. Da un lato un banco di degustazione gratuito e dall’altro uno spazio dedicato alle masterclass per gli operatori del settore, con approfondimenti su latte art, coffee mixology e la classica moka. Nella sala shaker l’argomento sarà la mixology e non poteva mancare una Vermouth Class e una Vermouth Taste dopo l’Unione Europea ha ufficialmente riconosciuto l’Indicazione Geografica del vino liquoroso proprio alla città di Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *