Guida Michelin Italia 2019 – Il racconto live – Uliassi è il nuovo tre stelle!

Guida Michelin 2019: i ristoranti da visitare Bangkok, Phuket e Phang-Nga
15/11/2018
Piazza Duomo, chi lo ama e chi lo odia: la virtù sta nel mezzo
16/11/2018

16 novembre 2018. Oggi è il giorno! Tutto il mondo enogastronomico è concentrato sull’Italia. In particolare sull’Auditorium Paganini di Parma dove a partire dalle ore 11 si presenterà la Guida Michelin 2019

I nove ristoranti tristellati italiani si confermeranno tutti? E chi altro riuscirà ad entrare nell’Olimpo della ristorazione? Oppure vedremo la delusione sul volto di chi si troverà costretto a rinunciare ad una delle sue stelle?

SCOPRIAMOLO INSIEME! Segui la nostra diretta testuale

 

12.27 La cerimonia della sessantaquattresima edizione della GUIDA MICHELIN ITALIA finisce qui. Grazie a tutti per l’attenzione e a presto con l’articolo di commento della giornata. A breve sul nostro sito.

 

12.24 Sul palco tutti i nuovi stellati per la foto di rito.

 

12.23 I numeri di questa Guida Michelin 2019 sono spaventosi: 367 stelle, 10 tre stelle, 39 due stelle e 318 una stella. 

 

12.21 C’è un nuovo tristellato: è ULIASSI di Mauro Uliassi a Senigallia. Complimenti chef!! Ora i tre stelle italiani sono 10. 

 

12.20 Sul palco i tristellati italiani: riconfermati tutti i “magnifici” 9. Assente solo Heinz Beck per motivi di lavoro

 

12.15 Non ci sono nuovi due stelle

 

11.56 Ecco i nuovi UNA STELLA: 29, più dello scorso anno

CONFUSION LOUNGE (Arzachena) Italo Bassi

SAPIO (Catania) Alessandro Ingiulla

ST GEORGE BY HEINZ BECK (Taormina) Giovanni Solofra

QUAFIZ (Santa Cristina di Aspromonte) Antonino “Nino” Rossi

DUE CAMINI Domingo Scingaro

BROS (Lecce) Floriano Pellegrino e Isabella Potì

CARACOL (Bacoli) Angelo Carannante

VITANTONIO LOMBARDO (Matera) Vitantonio Lombardo

LOCANDA SEVERINO (Caggiano) Giuseppe Misuriello

CASA IOZZIA (Vitorchiano) Lorenzo Iozzia

DANIELE CIAVATTINI (Viterbo) Daniele Ciavattini

MOMA (Roma) Andrea Pasqualucci 

LA TENDA ROSSA (Cerbaia) Maria Prost e Cristian Santandrea

AL 43 (Luciniano) Maurizio Bardocchi

GIGLIO (Lucca)

ABOCAR DUE CUCINI (Rimini) Mariano Guardianelli

HARRY’S PICCOLO (Trieste) Alessandro Buffa

STUBE HERMITAGE (Madonna di Campiglio) Giovanni D’Alitta

IN VIAGGIO (Bolzano) Claudio Melis

ASTRA (Bolzano) Gregor Eschgfaeller

DEGUSTO CUISINE (Verona) Matteo Grandi

12 APOSTOLI (Verona) Mauro Buffo

MATERIA (Cernobio) Davide Carantini

SEDICESIMO SECOLO (Orzinuovi) Simone Breda

CARIGNANO (Torino) Marco Miglioli

CANNAVACCIUOLO BISTROT NOVARA Vincenzo Mancine

CANNAVACCIUOLO BISTROT TORINO Nicola Somma

 

11.55 Sul palco, il nuovo direttore delle Guide Michelin: Gwendal Poullenec. “Sono felicissimo di essere in Italia”.

 

11.52 Ecco chi ha perso la stella: Stazione di Posta (Roma), Antica Osteria dei Cameli (Ambivere), La Conchiglia (Arma di Taggia), San Giorgio (Cervo), Emilio, Ilario Vinciguerra (Gallarate), La Clusaz (Gignod), Castel Fragsburg (Merano), Armani (Milano), Antonello Colonna (Roma), Magnolia (Roma), Dopolavoro

 

11.50 Il Premio Donna Speciale sarà invece consegnato il 4 marzo 2019. 

 

11.46 Premio Giovane Chef 2019: premia Lavazza con il suo vicepresidente Marco Lavazza. Ad alzarlo al cielo è Emanuele Petrosino de I Portici. 

 

11.43 Altro premio speciale, il Premio qualità nel tempo 2019 se lo aggiudica la Bottega del 30 di Hélène Stoquelet di Castelnuovo Berardenga (Siena). Premia la Eberhard Italia con Mario Peserico. 

 

11.40 Il premio speciale Servizio di Sala lo vince Casa Perbellini, lo ritira Barbara Manoni, premia Francesco Coppini di Coppini Arte Olearia

 

11.35 Si entra nel vivo: ecco i premi speciali. Il premio Passion for Wine Award se lo aggiudica la Locanda Devetak (Bib Gourmand), ritira il premio Augustin Devetak. Premia Patrizio Cencioni dell’azienda Brunello di Montalcino. 

 

11.30 La Guida Michelin Italia 2019 sarà scaricabile oggi pomeriggio dall’App e sarà in vendita da lunedì.

 

11.27 Marco Do continua a parlare della Guida: “Gli ispettori? Non sono cattivi, anzi. Sono solo appassionati. Sono dei dipendenti della Michelin che operano in forma anonima anche per far lavorare in serenità la brigata. La Guida Michelin non nasce per indicare i ristoranti stellati, che tra l’altro rappresentano il 20% dei locali inseriti nelle pagine. E’ un aiuto per chi viaggia e di facile consultazione: il suo linguaggio è quello dei simboli, comprensibile anche da chi non conosce l’italiano. 

 

11.25 Norbert Niederkofler, intercettato in platea, dispensa consigli ai tanti ragazzi delle scuole alberghiere presenti in sala. 

 

11.15 Tutte le istituzioni parlano della Guida e dei pregi del loro territorio 

 

11.09 Marco Do svela che il prossimo anno la Guida Michelin Italia 2020 sarà presentata a Piacenza. Mentre nella primavera del 2020 si tornerà a Parma per un altro grande evento”

11.07 Salgono anche il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, il sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, l’assessore al turismo della regione Emilia Romagna, Andrea Corsini e l’assessore al Comune di Reggio Emilia: Natalia Maramotti.

11.05 Sul palco sale la presentatrice Petra Loreggian e il direttore della comunicazione della Michelin Italia: Marco Do.

11.02 Inizia ufficialmente la cerimonia della sessanquatresima edizione della Guida Michelin Italia 2019: Parma sarà scenario della manifestazione per il terzo anno consecutivo. Si riparte dai numeri del 2018, 356 stelle: 9 tre stelle, 41 due stelle e 306 con una stella

10.56  Norbert Niederkofler: “Un consiglio ai giovani? Questo è un lavoro meraviglioso. Ti permette di viaggiare e di metterti alla prova. Inoltre ha un grandissimo futuro!”

10.54 Interviene Marco Do, direttore della comunicazione della Michelin Italia, che intervista Norbert Niederkofler: lo scorso anno guadagnò la terza stella, divenendo il nono ristorante tristellato italiano. 

10.50 Si parte! E’ cominciato il live dall’auditorio Paganini. Telecamere ancora “private”: in una sorta di salottino si intervistano alcuni protagonisti di questa giornata. Tra poco ci si sposterà in platea. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *