Guida Michelin, le Stelle della Gran Bretagna

Via Japan: torna il primo festival italiano dedicato al vero street food giapponese
08/10/2018
Chi siamo
09/10/2018

Presentata al Waterloo BFI MAX la nuova Rossa, al suo interno molti nuovi ristoranti stellati sul territorio britannico

 


È stata presentata il primo ottobre la nuova edizione della prestigiosa Guida Michelin 2019 dedicata ai migliori ristoranti nel Regno Unito. L’evento si è tenuto presso il Waterloo BFI MAX ed ha visto protagonisti numerosi nuovi ristoranti, alcune nuove entrate nella Rossa con la prima Stella, altri che, invece, ne hanno guadagnata una seconda.

Solo Londra, per l’anno a venire, potrà veder brillare sei nuovi ristoranti stellati, tendenza nettamente positiva che, con sommo piacere degli amanti dell’alta cucina britannica, è stata seguita in molte altre città. Nel resto dell’Inghilterra, ad esempio, sono ben dodici i nuovi ristoranti premiati dalla Guida con una Stella Michelin, mentre nella Repubblica d’Irlanda tre (Chestnut, Mews e Ichigo Ichie). Meno fortunati, anche se di sfortuna non si parla proprio, i cugini del Galles e della Scozia che non hanno visto novità alcune nella nuova Michelin. Tra le più interessanti troviamo sicuramente il St. Jame’s di Ikoyi con la sua deliziosa cucina tradizionale delle regioni occidentali dell’Africa, il Roganic di Simon Rogan, l’esperienza di Clare Smyth al Core di Notthing Hill, inaugurato da poco e già con le sue due stelle Michelin e il Kitchen Table del talentuoso James Knappett.
L’unico, invece, a ricevere le due Stelle al di fuori di Londra è il Moor Hall nel Lancashire.

Gianluca Grasselli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *