Identità Golose a New York per la sua nona edizione: quest’anno è il fattore umano a fare la differenza

Il Paradiso di Lucifero, Janice Wong Dessert Bar: quando la pasticceria diventa un’arte
04/10/2018
Ok, il prezzo è giusto: vol. 9! L’Uomo delle Stelle continua a pagare i suoi debiti…
05/10/2018

Tre giorni di cucina italiana nella Grande Mela, tra le eccellenze nostrane: Carlo Cracco, Massimo Bottura, Franco Pepe

È terminata il 3 ottobre, la tre giorni di Identità Golose a New York, una delle rassegne italo-gastronomiche più importanti d’oltreoceano e giunta ormai alla sua nona edizione.

Quest’anno il tema affrontato all’interno di Eataly Flatiron è stato quello del Fattore Umano, già protagonista della manifestazione di Identità Golose a Milano, e di fondamentale importanza in un’epoca ormai sempre più dominata da relazioni liquide sui Social Network. In cui ogni rapporto reale, da quello in famiglia passando al posto di lavoro, sembra essere sempre meno rilevante nella vita di ognuno di noi.

Il giorno d’apertura, 1 ottobre 2018, è stato affidato a Franco Pepe e Lello Ravagnano, due maestri di uno dei piatti nostrani più amati e conosciuti nel mondo: la pizza. In un incontro coinvolgente intitolato Nord e Sud Italia: “L’eterna magia della pizza italiana”, i due hanno saputo raccontare le diverse sfaccettature e tradizioni legate a questo alimento e di come possono variare attraverso i due poli estremi dello Stivale. Insieme a Franco Pepe e Lello Ravagnano è poi intervenuto Virgilio Martinez, lo chef peruviano più premiato negli ultimi anni.

Il giorno seguente è stata la volta di Massimo Bottura, chef che non ha bisogno di presentazioni, riconosciuto ovunque vada come uno dei migliori nel suo mestiere. Riconosciuto, a dirla tutta, proprio a New York solo due anni fa come vincitore della classifica dei 50 ristoranti migliori al Mondo con la sua Osteria Francescana. In compagnia dello chef Bottura anche Cristina Bowerman per parlare di “Riso, risotto e incredibili sorprese”.

Nella giornata finale, quella del 3 ottobre, ha fatto da padrone l’estro di una delle personalità gastronomiche più amate dagli italiani: Carlo Cracco. Il suo intervento si è incentrato su un altro degli ingredienti considerati archetipici della nostra cucina: “Lo straordinario mondo della pasta italiana”.

Il prossimo appuntamento statunitense di Identità Golose, ed è questa la grande rivoluzione/rivelazione di quest’anno, a Los Angeles dal 5 al 6 ottobre sempre in compagnia di Massimo Bottura, Carlo Cracco e Franco Pepe, con la presenza esclusiva l’ambasciatrice del gusto italiano in America Lidia Bastianich. Un appuntamento, quello di Los Angeles, che tutti gli amanti dell’alta cucina non potranno permettersi di perdere. E noi non lo faremo.

Gianluca Grasselli

 

[widgetkit id=”952″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *