Il successo della settimana della cucina italiana nel mondo

I Garagisti: una terra in quattro vini
03/12/2018
Your Plan, Your Plane: l’app di Google per aiutarci contro gli sprechi alimentari
05/12/2018

La terza edizione si è svolta dal 19 al 25 Novembre toccando 110 paesi del mondo e 1400 eventi organizzati

 

Questo progetto, promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, mira a promuovere all’estero l’agroalimentare e la cucina italiana di qualità. Senza scordarci in aggiunta, la grande opera di valorizzazione del turismo, dei territori, degli itinerari dell’arte culinaria italiana e soprattutto della dieta mediterranea che è uno degli elementi che contraddistingue l’Italia nel mondo.

Il progetto si integra con le azioni previste dal Piano Strategico del Turismo 2017-2022, promosso dal Governo, per la promozione del Made in Italy al fine di potenziare la distribuzione e la presenza commerciale dei prodotti agroalimentari italiani anche nei territori meno conosciuti all’estero.

Vi descriviamo in poche righe, quello che è successo in uno dei paesi partecipanti al progetto, non uno a caso, ma uno tra i meno conosciuti dell’Europa appunto, la Repubblica di Moldova.

La serata inaugurale è stata dedicata alla cucina del Trentino Alto Adige presentata con gli onori dall’ambasciatrice a Chişinău, Valeria Biagiotti. Tante le aziende italiane presenti tra cui anche il Gruppo Formaggi del Trentino, Casa Rinaldi, Kimbo, l’oleificio Tulone e l’Arancia D.O.P Riberella.

Non sono mancati anche ospiti speciali, tra cui il campione del mondo della pizza Gianni di Lella, che ha omaggiato il pubblico con le sue creazioni. In questo contesto il campione ha fatto anche da severo giudice per una competizione a “suon di chi fa la pizza più buona” che ha visto contrapposti diplomatici, bambini e personalità dello spettacolo.

Per ritornare al tema centrale dell’evento, ovvero la “dieta mediterranea”, la Federazione Italiana Cuochi, delegazione Romania, ha organizzato una masterclass specifica sull’argomento, che ha avuto un notevole successo di pubblico. Inoltre, in collaborazione con International Women’s Club of Moldova si è tenuta una raccolta fondi per l’istituzione di un centro diurno per bambini e ragazzi in situazione di disagio della capitale.

Per ora è tutto vi diamo appuntamento al prossimo anno e ricordatevi solamente che la settimana della cucina italiana nel mondo, s’ha da fare e non sono ammessi bravi. I manzoniani capiranno.

 

Dan Munteanu

   

[widgetkit id=”1154″]

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *