La ciclovia del gusto sulle Alpi

Il “Macarena” di Cutelli trionfa allo Sherbeth
01/10/2019
Food for Change: arriva il menu climate friendly
02/10/2019

A Innsbruck 30 km e 25 stazioni golose su 2 ruote: un percorso inedito sull’altopiano di Mieming dove si degustano i prodotti tipici

Innsbruck, la Capitale delle Alpi da quest’autunno promuove un percorso inedito che attraversa tutto l’altopiano di Mieming all’insegna del buon cibo e del turismo su due ruote. La ciclovia del gusto permette di assaporare i prodotti tipici tirolesi del Sonnenplateau, l’altopiano del sole, che qui splende almeno 200 giorni all’anno. Un tracciato semplice, senza particolari dislivelli, lungo circa 30 km, perfetto da percorrere con la bici elettrica e 25 stazioni dove è possibile assaggiare e acquistare tutti i prodotti tipici locali direttamente dai contadini, alimentando una filiera all’insegna del chilometro zero. Quali sono le soste imperdibili?

Sicuramente una fermata al mercato degli agricoltori Raiffeisen-Lagerhaus, che si tiene a Mieming il venerdì dalle 15.00 alle 17.00 e il sabato dalle 8.00 alle 11.00. Qui potreste prendere tutti i prodotti dei contadini del posto: pane, uova, pancetta, salsicce, carne, latte, burro, formaggio d’alpeggio, formaggio di capra e yogurt, verdure, distillati di frutta, grappa, miele.  Chi ama lo speck non può saltare la tappa al pregiato salumificio Speck Mair a Telfs, dove viene affumicato con legno di faggio, preparato con pepe, ginepro e aglio di Tarrenz.  Sempre a Telfs si trova una manifattura biologica di senape, dove i semi vengono macinati a freddo con la tipica macina di granito, come da tradizione. Qui si possono assaggiare e acquistare 16 qualità di senape, da quella alle erbe aromatiche a quella al cioccolato e chili o allo zenzero. Tanti prodotti tipici si trovano, poco più avanti sulla ciclovia, a Mieming, da Dismas, dove la famiglia Alber coltiva campi e alleva maiali, producendo sul posto vari tipi di speck e salsicce crude, oltre a gestire un piccolo negozio all’interno della fattoria. Specializzata nella produzione di latte, yogurt e burro è, per un’altra tappa del gusto, la fattoria Michelerhof, con i suoi pascoli sempre nelle colline di Mieming.

Merita una visita (per una sosta culinaria) la splendida Abbazia di Stams, un monastero cistercense costruito nel XIII secolo. Nel 1593 fu in parte distrutto da un incendio e questo portò a una ricostruzione e a un ampliamento in stile barocco. L’Abbazia è anche un luogo dove si tramandano i sapori della tradizione con la produzione di grappe, liquori, dolci e marmellate. Il negozio del monastero propone diverse varietà di marmellate preparate dai monaci con la frutta di queste terre, pregiati liquori, distillati pluripremiati e molti altri prodotti tipici. Un suggerimento speciale: non perdete il delizioso pane cotto nel forno a legna da fratello Franz, che lo prepara fresco più volte alla settimana. 

Proprio di queste terre la grande tradizione delle snaps: gli ingredienti di base per la distillazione della grappa non dovevano provenire da terre lontane, tutto si trovava in loco, mele, pere e prugne, nonché tutti i generi di bacche, dai mirtilli rossi alle bacche di sambuco o di ginepro. Sono poi utilizzabili anche frutti meno noti come quelli del sorbo selvatico o del prugnolo, oltre a piante quali la genziana o l’imperatoria. Lungo la ciclabile del gusto sono tante le distillerie dove fare pit-stop: uno su tutti la distilleria Fink Hof di Wildermieming che produce una grappa partendo dalla frutta con l’acqua pura della sorgente Wildermieminger.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *