La Festa del Torrone di Cremona con l’Uomo Vitruviano di cioccolato

Michelin 2020: 374 stelle in Italia e un nuovo tristellato
06/11/2019
Panettone in pralina: il più innovativo degli ultimi 80 anni
07/11/2019

“Tra genio e creatività”: un calendario di 9 giorni per il più importante appuntamento italiano sul torrone

La creatività è il fil rouge della prossima Festa del torrone di Cremona che quest’anno omaggia il genio di Leonardo Da Vinci in occasione dei 500 anni dalla sua morte. Da sabato 16 a domenica 24 novembre, una 9 giorni dedicata a questo prodotto locale e molto attuale in questo periodo dell’anno tra i più conosciuti d’Italia. Come ogni anno si svolgerà la rievocazione storica del matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti Signori della città e, in omaggio a Leonardo da Vinci verrà realizzata una maxi scultura di torrone che riproduce l’Uomo Vitruviano dal maestro cioccolatiere Mirco Della Vecchia

“Per questa edizione abbiamo voluto realizzare un’opera unica nel suo genere, dato che dall’ultima sentenza del Tar del Veneto l’Uomo Vitruviano sarà spostato da Venezia al Louvre. E noi, per non lasciare sguarnita l’Italia, neanche per un giorno, abbiamo realizzato una poderosa opera di torrone alta 2,20 metri piena, con una struttura molto fragile e di difficile lavorazione. Abbiamo voluto che il genio di Leonardo potesse essere orgoglioso di noi, 500 anni dopo, umili replicanti”, racconta Mirco Della Vecchia.

Ma non è l’unica “grande opera” della festa del Torrone. Lo stesso pasticcere dirigerà i lavori per una grande infiorata con protagonista “la Gioconda con il torroncino”, un enorme disegno di circa 100 mq realizzato durante la manifestazione da diversi artisti con l’ausilio del pubblico: una rivisitazione del celebre quadro con la donna in posa, pronta a degustare un torroncino. Un’altro omaggio della manifestazione va all’assegnazione delle Olimpiadi del 2026, in collaborazione con l’associazione Thisability: l’appuntamento inizierà alla mattina di sabato 16 novembre dove tedofori si alterneranno ai ragazzi dell’associazione per una lunga corsa da Piazza Duomo a Milano fino alla Piazza del Comune di Cremona. Rappresentanti del mondo politico, sportivi, volti noti del cinema e della televisione, rappresentanti del mondo della cultura e gente comune si alterneranno nel portare una fiaccola del modello olimpico realizzata interamente in torrone fino alla città dei violini che si accenderà dei colori della fiamma olimpica per dare l’avvio ufficiale alla Festa del Torrone. L’associazione riceverà il Premio Torrone d’oro insieme alla scrittrice Rosa Ventrella, giovane promessa della letteratura italiana che ha colpito il pubblico con il suo ultimo romanzo La malalegna edito da Mondadori. Domenica 17 novembre la madrina della manifestazione Sonia Peronaci realizzerà durante uno showcooking il dolce signature che rappresenta la Festa del Torrone.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *