La Settimana della Cucina Italiana nel mondo giunge alla terza edizione

Il Paradiso di Lucifero: 1q84, il ritorno di Giuseppe Stanzione ai fornelli
14/11/2018
Guida Michelin Italia 2019 – Il racconto live – Uliassi è il nuovo tre stelle!
16/11/2018

Dal 19 al 25 novembre si svolgerà la terza edizione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo. Quest’anno  fra i numerosi eventi che celebrano la gastronomia Made in Italy in tutto il mondo, ci saranno omaggi al Maestro Gioacchino Rossini e il Pasta Pesto Day per Genova

 

Con oltre 1000 eventi sparsi in cento Paesi del mondo viene festeggiata la cucina italiana, da sempre amata e ‘invidiata’ da tutti. Questa manifestazione, presentata a Roma presso le Officine Farneto, nasce sulla scia del successo di Expo 2015 (svolto a Milano) e il progetto punta a celebrare la cucina italiana a livello mondiale. Quest’anno ci sarà anche un forte richiamo al compositore Gioacchino Rossini per celebrare i 150 anni dalla sua morte (13 novembre 1868). Il Maestro, noto come grande buongustaio ed esperto enogastronomo, verrà ricordato a Parigi (città dove ha vissuto a lungo) il 19 novembre con un pranzo di gala presso i Saloni dell’Ambasciata d’Italia.

APPUNTAMENTI IN GIRO PER IL MONDO. L’evento che promuove la cultura enogastronomica italiana all’estero, propone un calendario fitto di appuntamenti. A New York, il 19 novembre ci sarà la cena dal tema La Resistenza in cucina; la serata verrà dedicata ai piatti tipici della cucina povera del dopoguerra. Sempre in America, si svolgeranno una serie di appuntamenti dedicati a Gualtiero Marchesi ( scomparso quasi un anno fa); un ciclo di cene che raccontano l’Italia attraverso i piatti più iconici dello chef stellato. Spostandosi in Asia, e più precisamente a Tokyo, dal 21 al 24 novembre ci sono le degustazioni di vini italiani e panettoni. Fra i numerosi appuntamenti da non perdere c’è anche il Pasta Pesto Day, che nasce per raccogliere fondi per Genova (segnata dalla tragedia del Ponte Morandi). Ovviamente è stato scelto il pesto proprio perché si tratta della ‘Regina Ricetta’ ligure, tanto amata anche all’estero. E’ infatti la seconda salsa più usata in cucina e proprio per l’occasione nei ristoranti aderenti all’iniziativa, per ogni piatto di pasta al pesto ordinato saranno donati 2 € alla ricostruzione. Sul sito dell’iniziativa (http://www.pastapestoday.it/) è possibile individuare tutti i locali aderenti sia in Italia che nel resto del mondo.

Insomma un vero e proprio susseguirsi di eventi dedicati alla valorizzazione della tradizione enogastronomica italiana e alla tutela e promozione dei prodotti a Denominazione Protetta e Controllata.

Francesca Tantillo

 

[widgetkit id=”1085″] 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *