Vinitaly, Coldiretti rivela l’aumento delle quote rosa

Cibus Connect, Food&Business alla Fiera di Parma!
12/04/2019
Vinitaly 2019, tutte le degustazioni delle nuove annate
12/04/2019

La più importante associazione italiana di rappresentanza e assistenza all’agricoltura ha pubblicato uno studio che dimostra come siamo cresciute le produttrici donne, specie Under 35

Le giovani donne del vino Under 35 sono aumentate di circa il 51%. Questo è quanto emerge da una elaborazione Coldiretti su dati Agea al Vinitaly, dove sono state presentate le esperienze più interessanti delle viticoltrici in rosa, provenienti da tutta Italia. Patrizia Torti e l’inventore del gattino Hello Kitty hanno creato insieme il primo spumante Manga che ha permesso alla produttrice lombarda di conquistare il mercato nipponico e americano.

Erika Pedrini, invece, in Trentino produce dei vini con dei vitigni Piwi resistenti ai funghi ed alle malattie, eliminando quasi del tutto l’utilizzo dei trattamenti chimici. Altra particolarità ce la dà Isabella Spagnolo, ex modella, che ha lanciato a Treviso le bollicine con zero alcol per gli sceicchi. Senza dimenticare Eleonora e Gloria Gilli: due sorelle piemontesi di appena 21 e 19 anni che mandano avanti l’azienda nelle campagne di Castellinaldo d’Alba, nel Cuneese. Le innovazioni “rosa” del vino, spinte anche dal rinnovamento legato alle opportunità offerte dai Piani di sviluppo rurali, sono un esempio del protagonismo femminile che ha rivoluzionato l’attività agricola.

Complessivamente le donne guidano più di 1 impresa agricola su 4 (28,6%) per un totale di quasi 215mila aziende a livello nazionale, con una maggiore incidenza al sud dalla Sicilia alla Puglia, dalla Calabria alla Campania, dalla Basilicata al Molise. Importante anche la “quota giovane” con il 25% delle aziende femminili guidate da ragazze under 35.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *