Alla scoperta di Stefano Di Gennaro, chef del ristorante stellato Quintessenza

ENBIOTECH REVOLUTIONIZES THE WORLD OF AGRICULTURAL TRACEABILITY
23/02/2017
Un Ristorante, un Bistrot, uno Chef
25/02/2017

Sacrificio, passione e dedizione i segreti del suo successo

Sacrificio, passione e dedizione sono le parole chiave del successo del giovane chef trentaduenne Stefano Di Gennaro: dal 2011 insieme ai suoi fratelli è alla guida del ristorante Quintessenza a Trani. Non proviene da una famiglia di ristoratori ma da una di agricoltori, dove è sempre stato a stretto contatto con i sacrifici. Di Gennaro è partito dalla pasticceria e piano piano si è innamorato di questo mondo tanto da approfondirlo attraverso gli studi alla scuola alberghiera e alle sue esperienze professionali.

I traguardi raggiunti da così giovane ripagano quello che è l’impegno, la costanza il sacrificio e lo spirito di gruppo. Il ristorante è sempre stato un suo sogno e la sua fortuna è avere i fratelli che collaborano per la buona riuscita del progetto: “E’ una bella sensazione, è impegnativo ma gratificante allo stesso tempo”.

Lo chef ci parla poi della sua cucina: comprensibile da tutti, diretta e lineare. Il punto di partenza è il territorio: le radici, la materia prima e la possibilità di essere ogni tanto contaminata. Proprio per questo cerca di rivisitare le ricette classiche attraverso cotture innovative, abbinamenti, consistenze e temperature in chiave moderna. Cucinare per lo chef è un’arte oltre che un lavoro e un impegno costante: “Per me è una dedizione, una passione, è riuscire a trasmettere un’emozione attraverso il cibo nei confronti degli ospiti”.

 Naturalmente lungo il suo percorso ha incontrato molte difficoltà: “Come tutte le cose belle bisogna guadagnarsele, sudarsele e riuscirle a superare ogni giorno”.

“Ancora oggi cerchiamo di studiare e aggiornarci sempre”

– Stefano Di Gennaro –

Martina Suez

[widgetkit id=”332″ name=”Gallery Bottom-A Gallery”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *