Eccellenza e genuinità guidano la mano gourmet di chef Gaetano Costa

Tiziano Noro: Italia – Francia andata e ritorno
03/10/2016
Chef Marco Petroni dalla gavetta alla carriera
05/10/2016

Nel cuore di Roma, cucina mediterranea e ospitalità sono protagoniste indiscusse

Siamo al settimo piano del Grand Hotel Ritz, nel cuore dei Parioli, affacciati su una magnifica Piazza Euclide. È qui, tra colori tenui e un arredamento accogliente che noi di So Wine So Food aspettiamo il padrone di casa de Le Roof, Gaetano Costa, giovane chef partenopeo di tendenza.

Lo chef ci confida subito il suo segreto: la clientela e il piacere di cucinare con ingredienti eccellenti e puri costituiscono la passione e il motore pulsante della sua cucina. L’intenzione di Costa è quella di trasmettere, attraverso i suoi piatti, la bontà del prodotto stesso senza manipolarlo troppo, per lasciarlo puro nel sapore, nel colore e nella consistenza. La sua è una cucina che “vuole rivedere il cliente”: con Le Roof , Costa ha voluto dar vita a un punto di ritrovo per date importanti, un luogo certo dove i commensali possono sentirsi a casa. È in base a questa filosofia che lo chef e il suo staff si dedicano non solo alla cucina, ma soprattutto all’accoglienza perché “un ristorante – ci dice – è un prodotto variegato, non è fatto solo di un buon piatto.” Inoltre, Costa ci racconta che quando crea un nuovo piatto si affida alla ragione per poi cedere alla passione, al fine di arrivare a un risultato che aveva già pregustato nella sua mente.

“I miei piatti esprimono coccola, consistenza nel sapore”

– Gaetano Costa –

Ma Gaetano Costa è più di uno chef, è un vero e proprio brand. Il suo volto firma ristoranti di tendenza come la Food Gallery Gaetano Costa, dove l’arte e la cultura si sposano con la cucina. Ma non solo: nel 1999 si affaccia sul “turismo del gusto” dando vita alla Red Library all’Aleph, prestigioso hotel del gruppo Boscolo. In questo senso Costa si definisce un ambasciatore del Made in Italy, anche se si sa: “si promuove già da sé per l’eccellenza dei prodotti”. Peculiarità di questo chef è il fatto di essere assente sulle guide: a Costa piace che sia il cliente stesso a dare un’opinione sui portali o sui social, dove si può avere anche un diritto di replica. Ma quali sono i prossimi progetti dello chef? Il primo è quello di reiventarsi e di accettare nuove sfide in funzione dell’obiettivo di sempre: far affezionare i clienti alla sua cucina.

Valentina Forte

[widgetkit id=”223″ name=”Gallery Bottom-A Gallery”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *