I nostri 5 articoli più letti

Food delivery e astrologia: 12 abbinamenti piatto-segno
30/12/2019
Top 5: i migliori piatti e vini tra metodo, gusto ed equilibrio
31/12/2019

Ecco quali sono stati i cinque articoli più cliccati sul sito di So Wine So Food nel 2019

Tirare le somme. Il verbo è di etimo incerto e nel suo significato di ricavare, trarre qualcosa da un’altra cosa, il trarre vantaggio o profitto da una situazione esprime l’azione di fare l’addizione e, in senso metaforico, concludere. Così, noi proviamo a chiudere il 2019 per accogliere il nuovo anno, tracciando un cerchio perfetto che, con una panoramica, provi a racchiudere quello che a voi, cari lettori, è piaciuto di più leggere e cliccare negli ultimi 12 mesi sul nostro sito.

  1. Peppe Guida, lo chef che fa commuovere con il suo Spaghettino all’acqua di limone
    Da Antica Osteria Nonna Rosa valorizza semole pregiate e usa pochissimi grassi: questo il segreto dello stellato campano
    La vita è una combinazione di magia e pasta. Federico Felini ne era più che convinto. La pasta è il simbolo dell’italianità nel mondo. Tra chi al dente e chi, invece, scotta, l’obiettivo da centrare è uno: essere felici, e non importa se da soli o in compagnia. Bisogna riconoscere che anche la pasta negli ultimi anni ha varcato i confini di mode e tendenze mettendosi al centro di attente ricerche scientifiche che mirano a centrare il benessere dei consumatori. Chef e addetti ai lavori hanno preso il grano per trasformalo in creazioni piene di cuore. È il caso di Peppe Guida, chef di Antica Osteria Nonna Rosa, un piccolo gioiello a Vico Equense…
  2. Quando una donna fa carriera al ristorante e non è chef
    Vanessa Melis, Mariella Organi e Michela Scarello: tre personalità femminili dell’ospitalità italiana raccontano la propria sala
    Poche. Forse pochissime. La sfida è contare quante siano le donne arrivate a fare carriera a certi livelli della ristorazione, ma non in cucina. Non parliamo di chef. I riflettori adesso sono puntati sulla sala, quel luogo di accoglienza e di ospitalità che nell’immaginario collettivo può risultare più immediato associare a un volto femminile. L’essere accolti da un sorriso di donna si lega inevitabilmente a bellissime storie familiari. Mogli, madri, sorelle, figlie. Instancabili lavoratrici che oggi si affrancano dal ruolo di subalternità da angelo del focolare domestico…
  3. Chef in Camicia: Andrea, Lello e Nicolò tra food e social
    Prendi tre ragazzi amanti dell’enogastronomia, unisciti competenza, simpatia e tutta la visibilità del web: ne uscirà uno dei blog più seguiti di questo splendido universo
    Con i molti social media sempre più presenti nelle nostre vite, cominciano a nascere tante forme di lavori sempre più differenti, tra i quali il food blogger. Tra questi ci sono gli Chef in Camicia, Andrea, Lello e Nicolò, l’ultimo dei quali è proprio il protagonista della nostra intervista…
  4. Marc Almert è il miglior sommelier del mondo 2019
    Il tedesco del ristorante bistellato Le Pavillon di Zurigo è il migliore al mondo sbaragliando la concorrenza di 65 assaggiatori da tutto il mondo
    È stata  la Germania a farla da padrona ad Anversa: lo ha decretato l’ASI, Association de la Sommellerie Internationale. Che alla stessa maniera ha nominato Marc Almert, del ristorante Le Pavillon di Zurigo, miglior sommelier sdel mondo. Il ventisettenne di Colonia ha sbaragliato una concorrenza agguerrita fatta di sessantatré degustatori, provenienti da tutto il mondo…
  5. Il Pescatorio, mare nostrum veste fusion
    Materia prima di prim’ordine dal Mediterraneo, piatti con tocco orientale, vini veri dai piccoli produttori, oli e scatolame di altissima qualità
    Immaginiamo che attraverso il nostro portale e la nostra rivista abbiate trovato qualche indirizzo dove mangiare bene e bere anche meglio. Ve ne proponiamo un altro, dove non solo potrete assaggiare qualcosina di tipicamente nostrano con il fascino esotico di lievi sentori orientali ma anche comprare la materia prima e riprodurre la pietanza piaciuta a casa. Si chiama Il Pescatorio ed è una pescheria alquanto insolita, che tutti vorrebbero avere sotto casa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *