Il favoloso mondo di Susina Bistrò

Paolo e Noemia D’Amico, il suggestivo incontro tra sacro profano
29/09/2017
Il viaggio continua: ma lontano dall’Europa…
30/09/2017

Al centro di Roma e in un contesto da Belle Epoque nasce il locale della proprietaria-mecenate Maria Rita Piacentini

 

“L’idea di Susina è quella di nutrire corpo e anima” così si presenta Maria Rita Piacentini imprenditrice romana che nel 2011 ha creato Susina Bistrò. Nel cuore di Roma, precisamente nel quartiere Coppedè, nasce questo bistrò da Belle Époque che unisce l’arte e la cucina. Il locale, accogliente, mostra quadri alle pareti: informazioni sulla personalità di Rita che ama così tanto il suo lavoro da volerlo rendere qualcosa di memorabile. Immortale. Ma da dove nasce la passione di questa donna, che nasce proprio dall’eredità paterna? “Il profumo del pane, è il profumo di tuo padre – esordisce Rita – sa di casa, di sicuro, di affetto”. Sorridendo, la donna continua a raccontarci degli sforzi fatti per tirare su un’attiva dal nulla: “Ho investito tutta la mia vita su questo locale – continua Rita – ho lottato con chi diceva che fossi pazza ad aprire in piena crisi, oggi, a distanza di 6 anni mi ritengo soddisfatta del mio lavoro”. Ma la voglia d’arte ha un origine precisa? “Ho sempre considerato il mio lavoro un’arte e, inoltre, mi è sempre piaciuto andare alle mostre, così ho pensato di creare dei vernissage nel mio locale. In questo modo Susina Bistrò cambia aspetto sulla base della fantasia di ogni artista ospitato”. Il motto di Rita è splendido: “I miei clienti devono nutrire il corpo ma anche l’anima”. Questa la mission di Susina Bistrò che offre un menù completo, dalla colazione alla cena: proporre una cucina casalinga, fatta con ingredienti sani, semplici e freschi, utilizzando quadri e litografie come ingredienti fondamentali.

 

“I miei clienti devono nutrire il corpo ma anche l’anima”

– Maria Rita Piacentini –

Andrea Mariani

[widgetkit id=”461″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *