Il Palagio: il Rinascimento rivive alla corte del Four Season di Firenze

Sorriso e cura nei dettagli, il maitre Giacomo Scatolini spiega i segreti per un corretto servizio di sala
21/09/2017
Taste of Roma 2017: sapore, note e gusto
27/09/2017

Il made in Italy dell’executive chef Vito Mollica regala il lusso anche a tavola

 

Nella patria dell’arte e della letteratura, persevera il lussuoso urban resort del Four Season racchiuso in uno dei giardini privati più grandi di Firenze.  Nell’esclusiva cornice del Palazzo della Gherdesca, di recente possesso dell’emirato del Qatar, cerca respiro il ristorante stellato Il Palagio che punta a comunicare la sua identità come destinazione gourmet indipendente tra splendidi affreschi e stucchi.

Alla guida della brigata toscana Vito Mollica, lucano di sangue ma lombardo di adozione, con un’esperienza decennale all’estero e da più di vent’anni in Four Season. La valigia più voluminosa è stata alla volta di Praga, dove ha lavorato per diversi anni nel ristorante dell’azienda superlusso canadese, il primo di tutto il centro-est europeo a ricevere la stella. Oggi incarna la figura dello chef pendolare tra Firenze e Milano, due cucine Four Season agli antipodi della tavola per servizi, clientela e tempistiche. Mentre nel capoluogo meneghino si intessono rapporti di lavoro con un menù alla carta, nella città del Giglio c’è una continua ricerca di relax e armonia, “siamo sempre noi ad adattarci al cliente”, suggerisce Vito che mette al primo posto il benessere dei suoi ospiti.

“Mi sento uno chef umano, non militare”, riflette ad alta voce, “esigo disciplina in cucina”, prosegue, perché, d’altronde, “sono i commensali a darmi la possibilità di avere ambizioni”, ammette lo chef che giudica le conquiste mediatiche una gratificazione oltre che un incentivo per orientare le proprie aspettative.

Andrea Martina Di Lena

[widgetkit id=”458″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *