Alberto Marulli: anche l’olio ha la sua storia

ENBIOTECH REVOLUTIONIZES THE WORLD OF AGRICULTURAL TRACEABILITY
23/02/2017
Un Ristorante, un Bistrot, uno Chef
25/02/2017

Il leader dell’azienda di Francolise ci racconta i segreti dietro la produzione del suo extravergine di oliva

 

La secolare tradizione culinaria italiana ci insegna che un buon olio d’oliva può fare la differenza in cucina. Nel “bel paese” gli alberi d’olivo non mancano, per non parlare delle aziende di famiglia specializzate nella loro coltivazione e lavorazione. Monte della Torre è una di queste aziende, che capitanate dalla famiglia Marulli fin dal 1600, porta in alto la qualità italiana nel mondo.

L’azienda di Francolise è vincitrice di numerosi premi (circa 70), l’ultimo è il BIOL 2014, come miglior olio extra vergine biologico al mondo. I premi si sommano ma la sostanza è sempre la stessa ci dice Alberto Marulli, l’attuale proprietario, “una buona pianta con un buon frutto” e ci confessa che non ci sono particolari segreti per produrre un buon olio. Oltre ad una buona materia prima, si dovrebbe “fare la cosa giusta al momento giusto” ci dice. Non manca nel fornirci numerosissimi dettagli tecnici su come distinguere un buon olio d’oliva (non ci si aspetta altrimenti da un Ingegnere), ma anche qui la sostanza non cambia. Un metodo pratico per capire se ci si trova di fronte ad un buon olio è tramite la vista, l’olfatto e il gusto. Specificando che la prima sensazione che si deve avere sorseggiando un olio di qualità, è il duello equilibrante tra piccante e amaro. Una cosa importante è capire che le qualità organolettiche di un olio non maturano con il tempo come invece accade per il vino. E ci tiene a dire che se “tutto è fatto bene, l’olio oltre che alimentarti, ti cura”, accennando alla Nutraceutica delle olive.

La famiglia Marulli possiede una delle varietà più antiche e longeve di piante d’olivo preservate nel tempo, la più anziana ha circa 700 anni. Si rabbrividisce al solo pensiero di sapere che queste piante portatrici di storie dal nostro passato, siano con noi ancora oggi, ad accompagnarci verso il futuro.

La raccolta è il momento più importante

– Alberto Marulli –

Dan Munteanu

[widgetkit id=”” name=”Gallery Bottom-A Gallery”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *