Baladin, una rivoluzione culturale… nel bicchiere

Diverxo: bello, strano, interessante. Ma non ci vivrei…
13/01/2018
Da Vittorio: cucina ottima ma accoglienza pessima. I fratelli Cerea possono dare certamente di più
16/01/2018

Più di vent’anni fa, questo birrificio fu il primo a proporre la birra artigianale, fino ad allora sconosciuta alla quasi totalità degli italiani, dando vita ad un movimento culturale ormai sempre più popolare

 

Teo Musso, patron del birrificio artigianale Baladin è stato precursore di un movimento che nel corso degli anni ha rivoluzionato il concetto di birra che da semplice bevanda dissetante è diventata qualcosa di più. Le sue birre hanno sapori, aromi e profumi che le rendono uniche ed apprezzate in Italia e nel mondo.

 

Quando è iniziata la sua avventura nel mondo della birra artigianale?

“Circa vent’anni fa, quando creai le mie prime due birre: la Isaac e la Super Baladin, nomi non casuali. Infatti la prima, dal gusto agrumato e dai sentori mediterranei, la dedicai a mio figlio Isaac, mentre la Super Baladin, emozionante con note di mandorla, con il suo nome altisonante rappresentava un incoraggiamento per quello che stavo cercando di fare. La birra fino a quel momento era un prodotto semplice, che difficilmente veniva abbinato a piatti che non fossero la pizza, perciò posso dire di essere stato il precursore di un movimento che ha portato ad una rivoluzione culturale nel mondo del bere.”

 

Quando ha capito che il suo progetto stava avendo successo?

“Il primo passo fu nel 2000, quando su la Super Baladin ebbe un picco di vendite su Esperia, divenendo il prodotto più venduto della piattaforma. Un successivo step ci fu nel 2005 quando la Carlsberg mi premiò con un riconoscimento per aver contribuito allo sviluppo della cultura “birraia” nel mondo, una grande soddisfazione. Lo stesso anno ideai il Teku, un particolare bicchiere che divenne il simbolo della rivoluzione che ho portato avanti in questo settore.”

 

Come vengono ideate le birre Baladin?

“Molto spesso è la voglia di emozionare che dà la spinta propulsiva, il voler riproporre l’emozione di un gusto provato attraverso le note ed i profumi di una birra, come nel caso della Super Baladin e della Isaac. Altre volte invece cerco di comunicare un messaggio attraverso di esse, come nel caso della Nazionale prodotta con materia prima unicamente italiana la quale valorizza gli ingredienti nostrani ed il made in Italy in generale.

Inoltre ogni birra ha delle particolarità che la rendono unica ed abbinabile con alcuni tipi di cibo. Ad esempio la Isaac si sposa bene con carni bianche e pesce, mentre la Super Baladin è più adatta a formaggi stagionati.”

 

State per uscire con nuove birre?

“Si, a breve verrà immessa nel mercato la Nazionale gluten free. Inoltre sto lavorando molto ad un progetto importante del quale non posso anticipare niente.”

 

Stefano Bellachioma

 

[widgetkit id=”567″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *