Birre italiane edizione Natale

Degustazione di lusso allo Julep Bar
27/11/2019
Glögg, la versione svedese del vin brulé
28/11/2019

“Winter Seasonal Beer”: da Nord a Sud ecco quali sono le birre artigianali delle feste natalizie 

Le sue origini sono antichissime e si sono evolute con l’uomo. Alcuni studiosi sostengono che l’invenzione della birra e del pane siano le responsabili dell’inizio dello sviluppo tecnologico e della sedentarietà dell’uomo. La differenza tra i due era dovuta alle proporzioni, essendo entrambe fatte con acqua e farina. Se ne trovano tracce già nel settimo millennio a.C. e, anche dal nome, la birra non ha origini chiare essendo associabile a diverse lingue.

Nel corso della sua storia ha da sempre rappresentato il piacere della tavola, in famiglia o in compagnia, segnando anche momenti particolari. È proprio così che dal Belgio, nazione con una cultura brassicola d’eccellenza per le birre di natale, iniziano a essere create birre specifiche per le basse temperature. In questo paese sono talmente una tradizione radicata che ogni Natale a Essen, da oltre dieci anni, si tiene un festival dedicato: il Kerstbierfestival

Gli ingredienti che vengono utilizzati sono le spezie del periodo: cannella, coriandolo, ginepro, miele, cumino e noce moscata, poi zuccheri particolari, erbe, frutta e malti scuri. Il tutto con un grado alcolico decisamente elevato che può arrivare a superare il 10%. L’idea è quella di utilizzare prodotti che si trovano anche nei cibi tipici natalizi. 

Dal freddo, l’associazione al Natale è presto detta. Oggi il “filone” delle birre natalizie non ha confini geografici e neanche così tante regole comuni. Forse questo è uno dei motivi per cui il loro apprezzamento, anche in un paese come il nostro abituato a brindare con le bollicine, sta prendendo piede creando un gruppo di estimatori o beer lovers sempre più numeroso.

La possibilità per i birrifici è notevole, non essendoci parametri ben definiti, e quindi grande sperimentazione che mette alla prova le capacità tecniche e la fantasia. In questo modo il consumatore ne beneficia, avendo l’opportunità di provare birre, benché dello stesso produttore, anche molto diverse tra di loro. L’Italia, con il proliferare di microbirrifici artigianali, vanta diverse produzioni che, sebbene inizialmente traevano spunto dallo stile belga, hanno poi deviato verso caratteristiche diverse. Facciamo un giro per l’Italia da Nord a Sud per conoscere alcuni dei birrifici italiani e le loro special edition natalizie.

Extraomnes
Questo birrificio di Marnate in provincia di Varese produce una Kerst, tipica belga. Nella ricetta si prevede un’aggiunta di concentrato di succo di mela bio. La gradazione è a due cifre e fa 10,1%.

Baladin
In Piemonte c’è la linea Nöel di Teo Musso che nasce con Perbacco nel 2002 lasciata fermentare con il 25% di mosto di “Dolcetto” che ha un po’ anticipato lo stile italiano delle IGA, quelle birre caratterizzate dall’uva per intenderci. Nel 2004 è stata presentata poi la Chocolate a cui tre anni dopo è seguita la Nöel al Caffè.

Maltus Faber
Siamo a Genova e il suo nome è “semplicemente” Birra di Natale. Questa birra ha un colore dorato intenso e una gamma di aromi ricca e gradevole. Grado alcolico 8%, non è filtrata e non viene pastorizzata.

Birra Flea
Con la Noel scendiamo verso il centro Italia, siamo a Gualdo Tadino nel territorio di Perugia. Questa birra è prodotta solo in edizione limitata, come si evince dal nome. Ad alta fermentazione, non filtrata e non pastorizzata viene rifermentata in bottiglia. La versione in commercio è una 75 cl.

Mastio
La Rock Noel è la loro birra delle feste invernali. È di colore ambrato con una schiuma sottile e persistente. Nella fase di lavorazione si usa lo zenzero che la rende equilibrata. Grado alcolico 9%.

Jungle Juice Brewing
Nella capitale il brindisi è altisonante con la loro Natale di Merda. Ispirata alle Imperial Stout con una massiccia dose di malti tostati e fave di Tonka. Colore nero e grado alcolico che si attesta al 9%.

Epica
In Sicilia, più precisamente a Messina, incontriamo la Epichristmas. Qui si produce una birra potente da 9 gradi alcolici. È caratterizzata da una spiccata aromatizzazione al cardamomo, coriandolo e bucce di mandarino. Gusto speziato e grado alcolico intorno al 9%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *