Café Neko e Blue Moon: bere e mangiare circondati da gatti e meduse

Tom: cane, amico, imprenditore e… sommelier
26/03/2018
Pasta, that’s amore
28/03/2018

Sfruttando l’onda lunga del successo giapponese, a Vienna sono sorti due locali totalmente dedicati agli animali. Ce ne parla Takako Ishimitsu, ideatrice e proprietaria di questi caffè alternativi

 

A Vienna ci sono due locali totalmente dedicati a gatti e meduse. Takako Ishimitsu ci racconta che l’idea è totalmente nuova in Europa, ma arriverà a toccare il successo giapponese?

Noi europei consideriamo il Sol Levante un paese misterioso e diverso, per certi tratti incomprensibile. Eppure il progetto del quale stiamo per parlarvi è la dimostrazione che capire le usanze giapponesi è possibile: soprattutto se si analizza uno spaccato della vita quotidiana di questo popolo. L’ideatrice e proprietaria di questi locali si chiama Takako Ishimitsu. Scopriamoli insieme.

Come e quando è nata quest’idea?

“L’idea è nata quando cercavo un lavoro per mantenermi. Viste le mie doti di organizzatrice e manager, il consulente mi consigliò di presentare un’idea giapponese totalmente sconosciuta: sarebbe stato costruttivo sia per la cultura che per l’economia austriaca. Per la testa mi passarono molte intuizioni ma alla fine decisi che l’apertura di un Cat Cafe sarebbe stato il primo step del mio progetto”.

Come mai si è scelto proprio questo tipo di locali?

“Sicuramente perché in Giappone ci sono all’incirca 150 Cat Café e in Europa nessuno. Qui poi, è totalmente sconosciuta l’idea che le meduse si possano tenere come animali domestici, il Blue Moon è nato cosi, quasi per conseguenza”.

Cosa è possibile bere e mangiare in questi posti?

“Non ho il permesso per preparare grandi piatti, giusto alcune pietanze semplici come torte e biscotti. Per quanto riguarda il bere siamo più attrezzati, servo soprattutto sake giapponese, birre e softdrinks, Café e Tè”.

Quale è il messaggio che si vuole far arrivare al grande pubblico?

“Siamo parte della natura e gli animali domestici sono gli elementi tipici dell’uomo moderno. Possiamo vivere meglio se abbiamo più opportunità di conoscere nuove tendenze”.

Concludiamo con una domanda semplice, ma non banale, cosa non si può assolutamente fare in questi locali?

“Sicuramente non si potrà entrare insieme al proprio animale domestico! (ride, ndr)”.

Dan Munteanu

 

[widgetkit id=”663″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *