Cosa dice il Global Summit del Vino 4.0

Ego Circus: a Firenze il “circo” della mixology
20/02/2020
Food Bag: portare a casa gli avanzi è un diritto del consumatore
21/02/2020

Durante la presentazione Guida Enoteche d’Italia analizzato anche l’ultimo rapporto sul vino italiano: numeri in crescita per produzione ed esportazione

In occasione della presentazione della Guida Enoteche d’Italia 2020, Gambero Rosso ha mostrato il Global Summit del Vino 4.0. Obiettivo primario, l’analisi di strategie e di promozione del vino italiano con un’attenzione particolare sull’aumento dei prezzi legato alla continua crescita del vino italiano. A dimostrarlo, la produzione di 46,6 milioni di ettolitri nel 2019; l’Italia, prima nel mondo per numeri di produzione, esporta 15,7 milioni di ettolitri con 4,6 miliardi di euro come valore economico. Il vino italiano si conferma ai vertici delle scelte dei consumatori sia negli scaffali della grande distribuzione sia nelle enoteche di nicchia, passando nelle cantine dei ristoranti fino ad aver invaso nuovi mercati online. Oltre 50 relatori hanno aderito e contribuito con entusiasmo alla riuscita di questa giornata con l’obiettivo di rafforzare la promozione, in Italia e all’estero, e trovare strategie di valorizzazione.

Paolo Cuccia, presidente Gambero Rosso, ha introdotto l’analisi sul vino con Paolo Ciocca, Senior Economist Bnl del Gruppo BnP Paribas, Roberto Luongo, direttore generale Ice, Marco Sabellico, curatore “Guida Vini d’Italia”, e Riccardo Cotarella, presidente Assoenologi. A seguire sono intervenute le enoteche: Sara Boriosi di Enoteca Giò a Perugia; Andrea Cantamessa di Eataly; Davide Simeoni – Enoteca Ferrowine, Castelfranco Veneto; Luca Pizzighella, Signorvino; Paolo Trimani – Trimani, Roma. Le seconde figure coinvolte sono state quelle dei sommelier tra cui Marco Amato di Imàgo a Roma, Alberto Piras de Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano e Rudy Travagli dello stellato Enoteca La Torre a Roma, per un confronto sullo scenario nella ristorazione. Francesco Ferreri, presidente Coldiretti Sicilia, e Maria Antonella Ferri, presidente Universitas Mercatorum, si sono soffermati sull’importanza della formazione nella crescita del settore italiano del vino e sui canali di distribuzione. Durante il panel Gdo sono intervenuti anche Daniele Colombo di Esselunga, Davide Mazzola di Metro e Francesco Scarcelli di Coop, hanno approfondito i vari sviluppi di mercato. A parlare di vino online Mauro Bricolo di Vivino; Marco Magnocavallo di Tannico; Manfredi Minutelli di Alibaba e altre figure centrali esaminando il settore della vendita online fenomeno che negli ultimi anni ha ottenuto un notevole riscontro da parte dei consumatori. L’ultimo confronto è stato “Distribuzione internazionale”: i confini dell’espansione” ha visto protagonisti Gian Carlo De Cesare di Italasia Group-Asia, Rebekah Kendrick di The Wine and Spirit Trade Association-Uk e altri operatori del comparto.

Per l’occasione, debutto della Guida Enoteche d’Italia 2020. Alla presenza delle migliori enoteche e dei migliori punti vendita della GDO e del fronte online, sono stati invitati 300 indirizzi con ben 54 esercizi premiati. La guida sarà consultabile online fino al 1° marzo mentre la versione cartacea sarà presentata durante il Vinitaly 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *