Ecco Dionisio: la piattaforma digitale per la tracciabilità e la certificazione dei vini DOP ed IGP

Caput Vini, il riconoscimento storico del Consorzio Roma Doc
18/07/2018
Il Paradiso di Lucifero, La Torre del Saracino: cosa non dovremmo dimenticare
19/07/2018

Dopo due anni di ricerca, Valoritalia, in collaborazione con Cisco e Hitachi, ha dato vita ad un progetto telematico. Sarà in grado di gestire online il patrimonio di dati del più importante ente certificatore italiano

 

Dopo due anni di ricerca e sviluppo è nato Dionisio, progetto telematico che permette la tracciabilità dei vini DOP ed IGP, creato da Valoritalia in collaborazione con Cisco e Hitachi.
Questa piattaforma online, ispirata all’omonima divinità greca del vino e del piacere dei sensi, permetterà agli utenti di raccogliere ed utilizzare le informazioni che provengono dagli attori della filiera vinicola, come un’immensa banca dati in grado di fornire una fotografia digitalizzata dello stato di produzione del vino di qualità.

Dionisio si allinea, quindi, con la mission di Valoritalia che dal 2009 verifica ogni fase delle denominazioni di origine certificate per tutelare in questo modo un patrimonio che, solo lo scorso anno, ha fatturato oltre 6,3 miliardi di euro. Per sottolineare quest’impegno, basti pensare che solo nel 2017 sono state oltre tredicimila le visite ispettive in vigna e in cantina, più di quaranticinquemila le analisi chimiche effettuate e circa tremila le degustazioni effettuate. Per un totale di livello di idoneità pari al 98% del campione, il 2% rivedibile e appena lo 0,3% non idoneo.

Ad approfondire meglio la funzionalità della piattaforma Dionisio è il presidente di Valoritalia, Francesco Liantonio: “Abbiamo messo a punto un servizio sistematico e unificato di raccolta dati in grado di tenere conto delle diverse tipologie di utenti. Ad oggi sono già censite, e dunque tracciabili, le bottiglie a partire dal 23 gennaio 2017. Ma dal primo gennaio 2019 saranno tracciate tutte quelle munite dal contrassegno Valoritalia”.

Dionisio si traduce così in un grande sistema di controllo e verifica, essenziale per garantire qualità ai prodotti vinicoli DOP ed IGP per un futuro sempre in crescita. 

 

Gianluca Grasselli

 

[widgetkit id=”815″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *