La quintessenza di Bordeaux: Château Smith Haut Lafitte

Azienda Gambino, l’autenticità in bottiglia
10/08/2017
Aqua, how to enclose in a single word a myriad of meanings
11/08/2017

Alla scoperta della cantina storica e della sua proprietaria: Florence Cathiard

 

La storia di Château Smith Haut Lafitte inzia nel XIV secolo con la famiglia francese Du bosq, prosegue con Duffour-Dubergier, firmatario della classifica Bordeaux 1855, per arrivare fino al 1990 quando Florence e Daniel Cathiard, gli attuali proprietari, si innamorarono della tenuta e decisero di migliorare ulteriormente una tradizione di eccellenza, introducendo le più moderne tecnologie.

La chiamano bio-precisione, e si tratta di una completa simbiosi tra tecnologia e natura adoperata nella coltivazione dei vitigni. Per fare un esempio, la coltivazione dell’uva avviene con composti organici, l’aratura con i cavalli e si piantano siepi per aumentare la biodiversità. Ma nello stesso tempo, si utilizzano immagini digitali, la classificazione ottica computerizzata e un sistema di diraspatura rivoluzionario. In poche parole, è attuato l’ultimo progresso in campo di tecnologia e vinificazione. Tutto questo in un terroir storicamente unico chiamato The Graves, collinare e ghiaioso nello stesso tempo, grazie ai sedimenti lasciati dal vicino fiume La Garonne nel corso degli anni. I vini degni di nota sono lo Smith Haut Lafitte bianco 2007 da Sauvignon Blanc, e Smith Haut Lafitte rosso 2009 da Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc. Quest’ultimo, noto per aver preso il punteggio di 100/100 dal critico di vino internazionale Robert Parker. Per quanto riguarda le ultime novità, Florence ci dice che nel prossimo futuro amplieranno notevolmente la coltivazione di vini biologici.

Tutto questo è mosso dalla passione, senza la quale è impensabile andare avanti, anche perché i ritmi di lavoro sono molto lunghi rispetto al guadagno finale. La massima di Florenze riassume questo concetto in poche parole, “Quando il tuo lavoro riempie l’anima e lo spirito, non lavorerai un giorno nella tua vita”. Ma questo noi già lo sapevamo.

“Prendiamo il meglio dalla natura e dalle nuove tecnologie”

– Florence Cathiard –

Dan Munteanu

[widgetkit id=”435″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *