Las Moradas de San Martin: tra biodinamica e tradizione

I “Signori del vino” raccontano la passione dei produttori italiani
10/02/2017
Quale futuro per gli chef? La parola a sei grandi maestri stellati
15/02/2017

L’enologa Isabel Galindo ci apre le porte della sua cantina

Las Moradas de San Martin è una cantina nata nel 1999 nel pendio madrileno della Sierra de Gredos, con lo scopo di recuperare antichi vigneti centenari coltivati fin dal XII secolo. So Wine So Food intervista Isabel Galindo l’enologa della cantina spagnola. “La saggezza popolare è ancora valida, la luna provoca le maree, perché non può influenzare le piante?” Ci svela le caratteristiche principali che contraddistinguono i loro prodotti. Il vigneto speciale con più di 100 anni, la loro varietà autoctona la “garnacha” e infine le speciali condizioni del terreno che rendono unico il vino. Il cuore della cantina è il vino minerale “Initio”. E’ stato il loro primo vino ed è quello che li rappresenta al meglio. Ha inoltre vinto molti premi a livello internazionale e mondiale. Ma come è andata l’ultima vendemmia? Un anno agricolo segnato da un’estate molto secca e calda, le radici dei vecchi vigneti trovano, in queste annate difficili, un po’ di umidità per andare avanti, “sarà una vendemmia con poca quantità però di buona qualità – afferma la Galindo. La cantina si sta specializzando nel campo del biodinamico. Il loro obiettivo è quello di combinare l’antica conoscenza con i mezzi e la tecnologia di oggi. Molto importante per loro è non lavorare con prodotti chimici e mantenere una buona qualità del suolo. Oggi molti consumatori vogliono sapere come sono realizzati i vini per l’enologa è proprio qui che la biodinamica ha un grande futuro.

“La saggezza popolare è ancora valida”

– Isabel Galindo –

Martina Suez

[widgetkit id=”276″ name=”Gallery Bottom-A Gallery”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *