9 esperti parlano dei nuovi trend sul vino

Formidabile, l’amaro “più veloce” di Roma
17/01/2020
Wine trends and Insights from around the world according to 9 professionals
20/01/2020

Dopo bollicine, rosé e orange wine, attenzione sul packaging, terroir, qualità e mercati orientali: quali sono tutte le novità del 2020 secondo esperti internazionali

Per questo 2020 gli amanti del vino di tutto il mondo focalizzeranno la loro attenzione su alcuni stili particolari e su molte altre tendenze emergenti.  Lo scorso anno i rosati e gli orange si stavano espandendo sul mercato, mentre gli spumanti trovavano terreno fertile conquistando sempre maggiore popolarità.

Insieme ai maggiori esperti del momento abbiamo fatto qualche pronostico su cosa si berrà di più nei prossimi 12 mesi. 9 wine leader di fama internazionale hanno espresso i loro pensieri personali su questo argomento per offrire una visione globale.

  • Eros Teboni
    WSA Best Sommelier of the World 2018

“In Italia i grandi classici sono sempre molto richiesti, ma il consumatore medio è sempre alla ricerca di prodotti di nicchia. In effetti, c’è un crescente interesse per i piccoli produttori. Anche la cultura enogastronomica è in aumento e i consumatori sono sempre più informati e ben preparati.
Ciò porta il consumatore medio a concentrarsi molto sulla ricerca della qualità. Inoltre, i consumatori stanno iniziando a comprendere il significato di terroir e ciò favorirà i vini con il concetto di Cru“.

  • Lachlan Macdonald
    Rivenditore di vini con sede in Australia

“In Australia la qualità rispetto alla quantità sarà la tendenza più grande nel 2020. I consumatori compreranno vino più costoso ma berranno meno spesso.
Il motivo? Le persone terranno d’occhio la loro salute. Inoltre, le informazioni sono facilmente accessibili attraverso i social media, in particolare Instagram”.

  • Kelly Mitchel
    Premiato giornalista di vini e viaggi

“La Cina in particolare diventerà una forza da non sottovalutare nel mondo del vino. Forse cominciando a invadere alcuni dei mercati più affermati in tutto il mondo e intraprendono l’avventura di educare il mondo sulle varietà e sui terroir che il paese detiene. Oltre ai viticoltori anche gli agricoltori hanno un enorme potenziale”.

  • Marco Magnocavallo
    CEO e fondatore di Tannico, la più grande enoteca italiana del mondo

“Ci sono nuove aree della Francia che emergono con vini di qualità a prezzi più convenienti rispetto ai classici vini della Borgogna. Ad esempio, i vini del Beaujolais (tranne il beaujolais nouveau) hanno tutti gli elementi per diventare una tendenza calda quest’anno. D’altro canto, i vini naturali estremi subiranno un rallentamento perché le persone si stanno rendendo conto che gli approcci biodinamici e naturali vanno bene finché queste filosofie non vengono portate all’estremo (vini difettosi). Un’altra tendenza saranno i vini rosati in stile provenzale. Anche nella regione Champagne e del Bolgheri saranno di tendenza a causa dei numerosi 100 punti ottenuti di recente da critici famosi”.

  • Amanda Barnes
    Scrittore freelance in Argentina, autore di Around the World in 80 raccolti

“Proprio come il resto del mondo, i produttori di vino del Sud America si stanno concentrando sulla produzione di vini più leggeri e più bevibili con meno quercia e meno alcol. Questa è una tendenza che vedo continuare nel 2020 poiché i produttori cercano di esprimere diversi terroir con meno estrazione. C’è anche una crescente attenzione su diverse varietà e vecchie viti di varietà insolite che sono state trascurate per decenni. Il vecchio semillon della vite, il cinsault e il carignan stanno tornando in auge, così come il bequignol, il trousseau e il cesar noir”.

  • Emiliano Falsini
    Enologo e consulente enologo

“Credo che i vini con uno stile elegante e facile da bere saranno di tendenza quest’anno. Inoltre, ci sarà un crescente interesse per il concetto di terroir e vitigni. Come l’anno scorso, i vini bianchi, rosati e spumanti saranno molto popolari. D’altra parte, i vini rossi di rinomate denominazioni come Etna, Bolgheri, Brunello e Barolo continueranno a crescere in termini di prestigio e valore”.

  • Bonny Ferrara
    Maître sommelier Poggio Le Volpi

“Lo Champagne rimarrà una tendenza quest’anno, ma con un crescente interesse per i piccoli vigneron. La riscoperta dei vini rosati con uno stile più macerato e non convenzionale sarà un’altra tendenza. Infine, andranno anche i vini bianchi delle annate più vecchie. Il motivo è che le persone cercano qualcosa di diverso, vogliono essere sorprese.”

  • Justin Oya
    Commerciante di vino tra Stati Uniti e Cina

“La guerra commerciale tra USA e Cina sta uccidendo le possibilità per le persone in Asia di immergersi davvero nel vino americano. Quindi i clienti stanno esplorando più opzioni dall’Australia Nuova Zelanda e dal vino cileno. Inoltre, la conoscenza media del cliente sul vino è in aumento. Infine, anche se il mercato ha sempre preferito il vino rosso, quest’anno il vino bianco guadagnerà più popolarità”.

  • Anne Victoire Monrozier
    La fondatrice e ambasciatrice del marchio Miss Vicky Wine e co-fondatrice di Vinocamp

“Credo nella rivoluzione del packaging: più intelligente, più leggero, più folle, più pratico. La lattina è una, vino alla spina e altri sostituti del vetro (pesante) e della plastica. Credo nell’insediamento di etichette che hanno a cuore il pianeta. Come organico, HEV, sostenibile. Credo in uno stile di vino più leggero e più croccante con gamay (Beaujolais) e chenin ancora più popolari”.

Come si può evincere dalle intuizioni condivise da questi rinomati professionisti del vino di tutto il mondo, ci sono alcune tendenze che rimangono dello scorso anno, come la crescente domanda di vini rosati e spumanti. Ma ci sono anche molte novità per questo 2020. In effetti, questo sarà un anno di rinascita per vitigni insoliti, l’ascesa dei paesi produttori di vino emergenti, con un focus sulla qualità piuttosto che sulla quantità e un crescente interesse per i piccoli produttori e vini da terroir specifici.
Bianco, rosso, rosato o frizzante che sia, i consumatori sono sicuramente alla ricerca di uno stile più leggero e più bevibile con meno passaggio in botte e meno alcool, invece che preferire un tipo o un colore specifico.

Una delle tendenze più citate, causa dell’attenzione per la qualità, è che i consumatori stanno diventando più informati e più consapevoli del valore. In effetti, le giovani generazioni, diventate un mercato estremamente importante, forniscono informazioni molto facilmente e traggono ispirazione attraverso i canali digitali.

Un’altra preoccupazione importante è la salute. In effetti, la tendenza alla moderazione nel consumo di alcool sta influenzando il consumo di volume dell’industria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *