Med Cooking 2019, alla scoperta del Mediterraneo tra cibo e ambiente

Chiancheria, una mandria di… prodotti a Roma
12/02/2019
Roma Whisky Festival
12/02/2019

Torna, con la sua sesta edizione, il Mediterranean Cooking Congress per portarci tra i sapori marini delle coste italiane e greche

Il nostro mare è un patrimonio inestimabile che va tutelato. Spesso ci dimentichiamo quanto il Mediterraneo sia importante per noi italiani. Quindi è importante ricordarci di questo bene prezioso, che porta i suoi frutti anche nel mondo della cucina. Il programma MED COOKING 2019 ha proprio la funzione di informare, promuovere e tutelare per “alimentare il Mediterraneo”.

L’edizione di quest’anno si incentrerà sull’importanza dell’acqua come risorsa e la pesca. L’evento sarà organizzato dalla società By Tourist, in particolar modo da Luisa Del Sorbo e ospiterà tantissime associazioni ambientaliste e di cucina, sia locali che nazionali. Tra le persone che presiederanno al congresso ci saranno anche diversi chef tra i quali Mauro Uliassi, 3 stelle Michelin di Senigallia, Nino Di Costanzo, 2 stelle Michelin del Nani’ Maison di Ischia, Gennaro Esposito, 2 stelle Micheli di La Torre del Saracino di Vico Equense, Pietro D’Agostino, 1 stella Michelin di La Capinera di Taormina, Maicol Izzo, 1 stella Michelin di Piazzetta Milù di Castellammare di Stabia. Inoltre interverranno anche Cinzia Scaffidi, vice Presidente nazionale di Slow Food, Fausto Arrighi, direttore della Guida Michelin e moltissimi altri del mondo della gastronomia.

Le tappe di quest’anno saranno diverse. Il primo luogo di raduno vede come protagonista Castellammare di Stabia il 24 e il 25 marzo. Il 30 settembre il palcoscenico dell’evento diventerà Venezia, mentre il 28 ottobre sarà la volta di Taormina. Il congresso vero e proprio però si svolgerà in navigazione verso la Grecia il 1° ottobre. Il programma sarà vastissimo di cose da fare e da vedere, con tanto di serate a tema, raccolte fondi e laboratori. Non ci sia aspetta niente di meno da un evento come questo.

Quindi non prendete troppi impegni quest’anno e imbarcatevi in un viaggio alla scoperta del nostro mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *