fbpx

Angelo Pezzella: “Vorrei anche io dire la mia”

Che cos’è il #BananaBreadChallenge lanciato dalla BBC
23/04/2020
La cena degli abbracci: la risposta italiana ai dining bonds
24/04/2020

Il servizio è in stop ma le idee in movimento. Riconquistare la fiducia del cliente e pensare a nuovi format sono le vere sfide per la sua pizzeria

Tutto il mondo della ristorazione sta vivendo un periodo di stallo legato all’emergenza Coronavirus. Sono giorni in cui si rincorrono molte voci sulla possibile riapertura dei locali e ristoranti che fino ad ora hanno visto completamente stravolgere la loro quotidianità.

Angelo Pezzella, proprietario e maestro di Angelo Pezzella, Pizzeria con cucina, ha fermato il servizio ma non le idee: “Vorrei dire anche io la mia e rivolgermi prevalentemente a chi come me in questo comparto ci lavora da anni con passione e amore per la ristorazione. Ritengo che avverrà una riapertura che giustamente dovrà rispettare le disposizioni che ci vengono dettate”. Riconquistare la fiducia del cliente con nuove modalità di ristorazione e nuovi format: “ Dovremo imparare a fare ristorazione in un modo nuovo, in una modalità che garantisca la sicurezza di tutti. Data l’esigenza di rispettare la misure legate alla distanza, ci sarà una riduzione dei posti a sedere, che ovviamente non garantirà un ritorno alla piena attività lavorativa. In tanti sono come me in situazioni difficili in questo momento, infatti bisognerà fare delle scelte che riguarderanno la forza lavoro.”

Un momento di profonda riflessione ma con l’obiettivo di ripartire con ancora più forza e determinazione e difendere i dipendenti con un appello alle Istituzioni, continua Angelo: “ Vorrei che ci mobilitassimo in maniera compatta e univoca con lo scopo di proteggere i nostri dipendenti e chi ha lavorato al nostro fianco per rendere importante un marchio. Soprattutto però vorrei che ci fosse una corretta ed efficace informazione, che esorcizzi la reale paura che gira tra le persone, e che il nostro settore possa ricominciare realmente.”

La ripresa sarà sicuramente dura ma con la consapevolezza di essere pronti a una nuova fase della ristorazione. Sempre al lavoro per trovare nuove soluzioni per accogliere al meglio i clienti e costruire nel frattempo nuovi progetti per un presto ritorno alla normalità con una prospettiva del futuro più consapevole ma sempre positiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *