Da Vittorio Shangai conquista la seconda stella

Awards for Excellence 2021 Condè Nast Johansens: ci siamo!
22/10/2020
La Guida ai migliori ristoranti del Gambero Rosso in Lazio
23/10/2020

Da Vittorio Shangai: la prima insegna fuori dall’Europa raggiunge, in un solo anno e mezzo, le due stelle nella nuova edizione asiatica della Rossa

Salgono a sette le stelle Michelin della famiglia Cerea: Da Vittorio Shanghai con i nuovi due macarons dalla guida asiatica, ai tre della storica insegna a Brusaporto e ai due conquistati con il ristorante di St. Moritz proprio quest’anno con la guida elvetica.

A capo di Da Vittorio Shangai lo chef Stefano Bacchelli, toscano, classe 1987, prima executive chef del locale in Engadina e poi executive del flagship affacciato sullo skyline del Bund. In sala Enrico Guarnieri, trentenne bergamasco premiato come Miglior Emergente di Sala nel 2018, quando era Chef de Rang a Brusaporto.

“Se l’anno scorso la prima stella, a soli tre mesi dall’apertura, ci aveva felicemente sconvolto, oggi questo secondo riconoscimento ci rende ancora più felici. Soprattutto a margine di un anno così complicato come quello che abbiamo vissuto” racconta Chicco Cerea. “Un applauso va a Stefano e a tutti i ragazzi della brigata, perché il loro lavoro nel trasmettere la filosofia di Da Vittorio anche al di fuori dei confini europei è stato eccezionale. L’annuncio è stato emozionante per tutti noi”.

Oltre 70 elementi in brigata tra cui spiccano tanti ragazzi formatisi nelle cucine di Brusaporto come il sous chef Francesco Bonvini, il pastry chef Frederic Jaros e la front office manager Anna Rota.

Importanti anche i membri del team locale come il general manager Levi Fu, il sous chef Tom Yuan, il panetterie Tony Tan, il maître Peter Tian, i sommelier Declan Tang ed Emanuele Restelli.

L’universo di Da Vittorio

E se Da Vittorio l’ “azienda” della ristorazione che conta il maggior fatturato in Italia e (consolidato) all’estero, è dovuto anche alla diversificazione delle loro offerte con le insegne di Brusaporto e St. Moritz, oltre alla Pasticceria Cavour, che tra poco sarà arricchita dall’apertura della Locanda Cavour, nuova struttura ricettiva a Bergamo Alta, il Vicook Bistrò all’interno della Villa Reale di Monza, La Dimora, locanda di charme del circuito Relais&Chateaux, l’esperienza di pop-up restaurant DaV Cantalupa e ovviamente l’ultimo stellato di Shangai. Oltre a questo sono in piedi diverse consulenze come la Terrazza Gallia dell’Excelsior Hotel Gallia a Milano e  Il Carpaccio all’interno de Le Royal Monceau – Raffles a Parigi, la gestione dei servizi di ristorazione dell’Allianz Stadium e la realizzazione di gifts e specialità alimentari in delivery, ,ma a livello mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *