fbpx

Danì Maison, Ischia: una doppia anima divisa tra terra e mare

Magazine Agosto 2020
04/08/2020
Dolomieu, il sentiero gastronomico dello chef Davide Rangoni
05/08/2020

Alla scoperta di Danì Maison, la dimora del gusto di Nino di Costanzo, 2 stelle Michelin e simbolo della cucina isolana

Ischia. Terra di contadini e pescatori, un’isola sospesa tra cielo e mare con i suoi scorci e le baie nascoste. Un’identità forte e mediterranea riconoscibile anche nella tradizione gastronomica della regione, che nasconde una doppia anima divisa tra terra e mare. A pochi km dal porto un giardino incantato ci introduce al Danì Maison, il ristorante due stelle Michelin di Nino Di Costanzo situato proprio nel cuore pulsante dell’isola d’Ischia.

La vecchia casa di famiglia dello chef è stata trasformata in un’oasi verde circondata da alberi da frutto e percorsi aromaterapici, strutturata da un’esplosione di piante autoctone curate con grande attenzione e dedizione. Amore che lo chef Di Costanzo riserva anche alla sua cucina. Un viaggio attraverso la conoscenza dei prodotti d’eccellenza del territorio isolano e campano. “Ischia ha una forte tradizione di terra e di mare. Nel nostro menu il mare la fa da padrone con ricette di tradizione innovate in modo contemporaneo. Seguiamo la stagionalità e rispettiamo tutto quello che il nostro mare ci riesce a dare” afferma Di Costanzo.   

 Un viaggio interrotto dal Coronavirus ma solo provvisoriamente, il 26 giugno infatti Nino Di Costanzo ha riaperto la sua dimora ischitana. “Abbiamo affrontato l’emergenza cercando di migliorare quello che abbiamo fatto fino ad oggi, con la qualità di sempre e con l’obiettivo di regalare un’esperienza alla portata di tutti” racconta lo chef.

Le proposte di Danì Maison a Ischia spaziano dagli antipasti di crudi e cotti, usando ingredienti come crostacei, pesce azzurro, ricci e pescato che lo chef sceglie accuratamente tra Ischia e Procida. L’anima dell’isola però si divide nel trionfo dei sapori tra terra e mare: “La terra ha un ruolo fondamentale nella cultura dell’isola. Il piatto simbolo è il coniglio all’Ischitana, non tralasciando il pollo e la faraona, per celebrare la montagna dell’Isola d’Ischia” afferma Nino.

Un concetto di cucina chiaro e definito che trae origine dalla tradizione, dalla cultura e dal territorio campano. Sedici coperti con al centro l’ospite, l’amore per il territorio, la cultura e il ricordo che si respira fin dai primi passi nella Maison. “Quest’anno ci sono piatti che raffigurano l’idea della montagna e del sottobosco di Ischia, l’ispirazione nasce sempre da un piatto di un mio ricordo d’infanzia che poi viene rivisitato. Abbiamo poi anche fatto un giro delle isole non campane come Ponza e Ventotene per unire la cultura d’Ischia a quella delle sue isole cugine”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *