I Castelli Romani ripartono dal turismo territoriale

Il nuovo enoturismo di prossimità
23/06/2020
Le tre gemme di Moreno Cedroni
25/06/2020

Dal fare rete a mettersi in rete. Nel Lazio l’Associazione Castelli Romani Food & Wine dopo il sostegno dato alle famiglie locali e agli ospedali lancia un proprio sito internet

“L’Associazione Castelli Romani Food & Wine – afferma Fabrizio Silvestri, presidente del gruppo – è una rete sociale che unisce chef, ristoratori, aziende e produttori con il fine di dare visibilità e promuovere i ristoranti, le aziende e la qualità dei prodotti del nostro territorio”. Nata nel 2018, da un’idea di Alain Rosica, chef del Belvedere dal 1933, e di Dario Rossi, maestro gelatiere di Greed Avidi di Gelato, “l’Associazione – sostiene Rosica – ha sancito quelle sinergie e quei rapporti che già da anni erano presenti tra gli operatori locali del settore. Il passo mancante era solo quello di dare un nome e un’identità a questi rapporti per poter costituire un marchio che rappresentasse il territorio e costituisse un indotto per la crescita di tutte le aziende accomunate all’interno”.  

L’emergenza coronavirus ha colpito tutto il territorio e, nonostante molte delle attività abbiano scelto di chiudere per il periodo della quarantena, l’Associazione è stata molto attiva sul piano della beneficenza. Infatti, “questo è stato il modo migliore – continua lo chef del Belvedere – in cui le nostre aziende, chiuse repentinamente, potessero sfruttare il materiale; abbiamo così deciso di devolvere i nostri prodotti principalmente ai Pronto Soccorsi (Tor Vergata, Policlinico Casilino, Policlinico dei Castelli Romani) e alla comunità di Sant’Egidio”. L’Associazione vorrebbe reagire all’emergenza e al lockdown con eventi e cooking show, ma “In questo momento – come sottolinea Dario Rossi – non esiste nulla di sicuro, anche organizzare qualsiasi cosa diventa molto complesso. L’idea è, non appena sarà possibile, dare vita a un evento che promuova il made in Italy, i prodotti e le aziende laziali per far ripartire il turismo e l’economia locale. Prima dell’emergenza c’erano molte iniziative in programma. Infatti, insieme al presidente, avevamo pensato di promuovere i prodotti dei Castelli Romani attraverso la partecipazione a EXPO 2020, e purtroppo si è tutto arenato”. A breve nascerà anche il sito internet dell’Associazione, “Con lo scopo – ammette il maestro gelatiere di Greed – di presentare le foto delle imprese partecipanti, raccontare la storia di tutti i soci, promuovere i prodotti del territorio. Dopo il suo lancio verrà utilizzato soprattutto come una vera e propria vetrina per ampliare le adesioni all’Associazione, che adesso consta solo dei 9 membri fondatori, e per favorire le convenzioni con produttori, ristoratori e aziende che fondano la propria filosofia sulla qualità e sulla promozione dei prodotti locali”. 

I Castelli Romani – conclude Silvestri – possono rialzarsi da questa situazione solo grazie al turismo interno e proprio da questo si deve ripartire. La comunicazione, in questo senso, svolge un ruolo fondamentale affinché si possa diffondere la concezione che trascorrere del tempo e gustare i prodotti del territorio immersi nello scenario dei Castelli Romani sia un valore aggiunto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *