fbpx

Cantine Marisa Cuomo: da Amalfi con Furore

La Capinera, brilla una Stella nel mare di Taormina
10/08/2020
Guido 1946, Rimini: la cucina stellata dello chef Raschi
12/08/2020

Nella costiera amalfitana l’eccellenza vitivinicola delle Cantine Marisa Cuomo

Caratterizzata da uno dei paesaggi più belli al mondo, la Costiera Amalfitana stimola ovunque sogni e desideri. Le strade adagiate sulle sue coste frastagliate aprono un panorama mozzafiato che ci fa specchiare sullo smeraldo mare nostrum e osservare le case variopinte dei paesini costieri talvolta chiassosi, talvolta risvegliati dal sonno con il suono degli antichi campanili. Spuntano così anche lussureggianti vegetazioni mediterranee, limonaie e vigne aggrappate alle scogliere. L’aria salata, l’atmosfera rilassata e la superba cucina locale hanno reso la Costiera una delle più ambite destinazioni turistiche.

Per i locali, invece, la vita sulla costa è molto meno romantica: vivere, lavorare, e soprattutto coltivare la vite sulle ripide sponde della penisola non è un’impresa facile.

Anzi, è eroica. Tanto che il recente Decreto Ministeriale (VVQ n. 6/2019) finalmente lo rende ufficiale: quelli su terrazze e gradoni con la pendenza del terreno superiore ai 30% sopra i 500 m.s.l.m sono vigneti eroici.

L’azienda vitivinicola Cantine Marisa Cuomo è arroccata sulle erte del delizioso quanto minuscolo borgo di Furore. Al contempo, i 10 ettari di vigneti, donatele nel 1980 come pegno d’amore da Andrea Ferraioli, suo futuro sposo e discendente da una famiglia legata al vino da generazioni, compongono l’inimitabile scenografia del Golfo di Salerno. Le condizioni estreme in cui si sviluppano questi vigneti a pergola, spettacolari alla vista e quasi centenari, non ammettono l’aiuto delle tecnologie moderne, volendo far tesoro della conoscenza e della cultura dei veri vignaioli artigianali nella produzione di vini estremi. 

Fedele alle denominazioni “Costa d’Amalfi”, “Furore” e “Ravello”, alle Cantine Marisa Cuomo si producono quattro vini bianchi, quattro rossi e un rosato dalle varietà autoctone di uva, tra cui Ginestra, Piedirosso, Biancolella, Per ‘e Palummo, Pepella, Fenile e altri ancora. Secoli di tradizione vitivinicola, insieme all’essenza rocciosa del mare, alle brezze salmastre e all’esuberanza floreale della costa, vengono imbottigliati da Marisa e Andrea anno dopo anno. Stappare una di queste estreme quintessenze enoiche e eroiche della Costiera Amalfitana è sempre un’emozione tratta da equilibri fatati tra profumi e sapori, tra reminiscenze nostalgiche e sogni futuri.

Il vino emblema della cantina è Fiorduva, un blend bianco dalle uve Fenile, Ginestra e Ripoli, da tempo tra i più premiati e celebri vini bianchi italiani, molto apprezzato dalla critica internazionale. Un pegno d’amore. Un amore così sincero da essere generoso e non geloso, felice di lasciare traccia in chiunque possa attingere alle sue espressioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *