fbpx

Milano diventerà capitale del vino: parte la terza edizione della Milano Wine Week

Solfiti. Demoni o angeli?
29/09/2020
Luca Abbruzzino e la nuova Calabria Felix
05/10/2020

Dal 3 all’11 ottobre Milano aprirà le sue porte al più vivo incoraggiamento e sostegno al mondo del vino

Sarà il primo appuntamento internazionale dedicato al settore e questa scelta coraggiosa si pone come leitmotiv dell’evento: è necessario inaugurare una nuova stagione che possa riportare in vita i progetti e le speranze di molti viticoltori segnati tragicamente dal lockdown.
La terza edizione della Milano Wine Week che si arricchirà della dimensione virtuale: l’obiettivo è  garantire un contatto diretto e la possibilità di raggiungere i più influenti mercati internazionali:  New York, San Francisco, Miami, Toronto, Shenzhen, Shangai e Mosca. Ma non solo! Sarà possibile infatti seguire da remoto gli appuntamenti legati alla formazione: Wine Business Forum (6 ottobre): la coordinatrice Silvana Bellotto concentrerà il focus sull’internazionalizzazione dei principali mercati dell’export vinicolo italiano; Shaping Wine (8 ottobre), focus sui trend e sugli spazi fisici e virtuali del retail del mondo del vino; Wine Generation Forum (9 ottobre), realizzato in collaborazione con AGIVI (Associazione dei Giovani Imprenditori Vinicoli Italiani).

Questi e altri appuntamenti da non perdere perché come dichiara Federico Gordini, Presidente di Milano Wine Week: “La Milano Wine Week di è il frutto di un grande lavoro di cambiamento, di innovazione e di messa in discussione che, in questi mesi, ha coinvolto il nostro team, i nostri partner e le aziende e i Consorzi che ci sostengono. Il risultato sarà una manifestazione totalmente adeguata ai nuovi scenari, con delle ovvie differenze rispetto al passato, ma ricca di novità che le permetteranno di crescere anche in questo 2020, dando vita, se possibile, ad un evento ancora più grande, importante e internazionale, sia pur nel rispetto delle rigide normative imposte dall’emergenza sanitaria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *