fbpx

Signorvino al passo con i tempi lancia il nuovo canale e-commerce

I nuovi format degli chef nati dopo il lockdown
21/07/2020
Gelato Perfecto, sta finendo l’era del vorrei ma non posso?
23/07/2020

L’eno-catena del Gruppo Calzedonia ha debbutato nel mondo digitale con il lancio del loro portale di vendita online

Dal 2012 Signorvino ha portato nelle principali piazze d’Italia una selezione di 1.500 etichette di vino rigorosamente italiano, accorciando la filiera tradizionale per offrire prodotti di qualità ad un prezzo competitivo. Non soltanto grandi nomi dell’enologia italiana ma anche bottiglie provenienti da piccole produzioni. Qualche settimana fa, l’eno-catena del Gruppo Calzedonia ha debbutato nel mondo digitale con il lancio del loro canale e-commerce. Per sapere di più su questo progetto, abbiamo intervistato Federico Veronesi, General Manager di Signorvino.

La realizzazione di un canale e-commerce era già da tempo nel calendario della direzione di Signorvino, ma si è resa necessaria una accelerazione del progetto. “È da un po’ che avevamo pensato di lanciare l’e-commerce, ma abbiamo sempre dato prevalenza ai negozi fisici perché per noi è molto importante valorizzare l’esperienza e la componente umana di assistenza alla vendita. I nostri negozi ed i professionisti che vi lavorano sono e saranno sempre per noi il punto di partenza per vivere e promuovere pienamente il vino italiano, attraverso la degustazione, la convivialità e la condivisione, nonché l’insegnamento. L’e-commerce non sarà fine a se stesso, ma sarà un servizio che completa la wine experience proposta” – dichiara Federico. Il sistema di vendita non vuole quindi, posizionarsi come un’altro e-commerce, ma cerca di avere un approccio diverso. È stato creato per offrire ai clienti un’ulteriore possibilità di acquisto: immediata, comoda e supportata dalla competenza del wine specialist, che è sempre stato un punto di forza per il brand. Infatti, questa figura sarà disponibile telefonicamente per guidare il consumatore nella scelta del vino, un supporto prezioso considerando l’ampia gamma di etichette fra le quali scegliere la bottiglia giusta.

La selezione di vini disponibile nell’e-commerce, sarà più ampia perché raggruppa l’offerta di tutti i punti vendita in Italia con diverse specialità per ogni regione. Il target, come nei negozi fisici rimane soprattutto quello giovanile. Sono state pensate diverse opzioni di acquisto per venire incontro alle esigenze dei propri clienti. Il nuovo sistema permetterà al consumatore di scegliere fra più possibilità. A partire dall’estate sarà infatti introdotto il metodo O2O (On Line To Off Line). “Questo servizio darà la possibilità al cliente di andare in negozio, pagare e ricevere il vino a casa e viceversa” – spiega Federico. Un grande vantaggio se si pensa che ci sarà la possibilità di avere il consiglio di un esperto e assaggiare il vino prima di acquistarlo per poi riceverlo a casa, permettendo ai clienti di fare una scelta molto più consapevole. Un altro punto di forza riguarda i tempi di consegna, che saranno molto più brevi soprattutto nelle cittá dove è presente un punto vendita Signorvino (saranno 23 entro la fine dell’anno), perché ogni negozio funzionerà anche come magazzino. Viceversa, si potrà anche acquistare il vino online e ritirarlo in negozio. 

Dopo solo poche settimane dal lancio ufficiale, Federico ci racconta che i primi risultati dell’e-commerce sono già sopra le aspettative. Inoltre sono state confermate tutte le nuove aperture in programma per quest’anno. Ci saranno 6 nuovi punti vendita nelle città di Milano, Roma e Parma: “Stiamo continuando ad investire in prodotti italiani e in nuove aperture nel territorio italiano, siamo impegnati in nuove assunzioni: speriamo che questo sia anche un messaggio positivo ed incoraggiante per una ripresa che non può tardare. Oggi la sfida per tutti noi è molto dura: il coraggio, lo stile e l’ingegno imprenditoriale italiano non possono che rispondere con prontezza e serietà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *