Taormina ha il suo tempio del cocktail e Christian Sciglio ne è il suo “Dio”

Giancarlo Perbellini torna a “Casa”
28/08/2020
Magazine Settembre 2020
01/09/2020

Al Morgana Lounge arriva l’ultima creazione del famoso bartrender Christian Sciglio: una nuova storia da raccontare

“Vedo che guardi quella meravigliosa isola e ne ammiri le distese di aranci e ulivi, i dolci declivi ed il suo magico vulcano. Io posso donartela se la vuoi.”

La leggenda narra che con queste parole la fata Morgana riuscì con la sua magia a incantare un marinaio in rotta verso la Sicilia. Di quel marinaio e del suo miraggio non si hanno più tracce, ma della magia di Morgana sì. Oggi questa magia brilla tutta a Taormina che fa da splendida cornice a un gioiello della mixology contemporanea.

Si tratta del Morgana Lounge, creatura onirica e meravigliosa nata dalla grande visione di Christian Sciglio e di Guido Spinello, suo socio. Made in Sicily è il suo marchio e l’obiettivo è offrire agli ospiti una esperienza totalizzante: ragione questa che spinge il patron a scegliere l’eccellenza e la grande qualità come unico valore da seguire.
Taormina ha le sue notti da brindare e un luogo magico dove farlo e farlo in maniera originale: Christian Sciglio, bartrender è l’avanguardia della mixology e, così per stupire ancora, ha dato vita ad un’altro cocktail.

Come nasce il tuo nuovo cocktail?
“Tutte le mie creazioni prendono spunto da esperienze vissute, ogni combinazione di gusto ha una storia che mi piace raccontare mentre preparo il drink. Molte di esse sono legate al territorio dal quale provengo, ma molte altre trovano spunto nei miei viaggi. Dal Messico all’Oriente, ogni destinazione ha una propria testimonianza all’interno delle signature list create negli anni”.

E come nasce Christian Sciglio?
“Christian Sciglio classe 1977, da vent’anni è patron e bartender del Morgana di Taormina e imprenditore nel settore dell’accoglienza e della gastronomia. La passione per questo mondo la eredito da mio padre che per tutta una vita ha gestito molti locali noti di Taormina, dove ho trascorso la mia infanzia, così da farmi innamorare sempre più di questo mondo che oggi è la mia ragione di vita”. La mia prima esperienza diretta riguarda proprio il Morgana, fondato nel 2001 insieme al mio socio Guido Spinello e che in prima istanza sembrava potesse prendere una direzione completamente diversa rispetto a quella che ho raggiunto oggi. La mia grande passione sono i viaggi, vera ispirazione per tutto quanto è vita personale e lavorativa; da ciascuno dei miei tanti itinerari passati in giro per il mondo ho imparato qualcosa che porto nel mio bagaglio di uomo e imprenditore”. 

Grandi classici e tua personale interpretazione. Come vivono nella tua testa?
“Sicuramente non è una cosa semplice creare un cocktail, ma se hai nel sangue questo lavoro alcune cose risultano più facili. Sono molto legato ai grandi classici da cui prendo molta ispirazione. Spesso mi piace reinterpretarli a modo mio, naturalmente basandomi sulle materie prime che mi offre la mia terra. Nella mia testa quando penso ad un cocktail si attivano tutti i sensi così da immaginare già il prodotto finito, poi basta metterlo in uno shaker e tutto prende forma”.

Qual è il tuo drink più richiesto?
“Come classici sicuramente l’intramontabile Negroni. Molti altri fanno parte delle mie Signature, come per esempio il drink della nuova drink list:
Latin Horeada è un drink fresco, nato per un pubblico di giovani: a bassa gradazione,
ma con un carattere deciso, dato dalla base di gin – qui VII Hills Italian Dry Gin – e armonioso, grazie alla frutta fresca come il lime e il kiwi e le note agrumate date dall’infusione del gin con le bucce d’arancia. Il nome dell’orzata deriva dal latino horheada, ovvero “fatto di orzo” anche se, nel corso dei secoli, l’orzo è stato sostituito dalle mandorle”.

Ricetta Completa:
50 ml VII Hills Gin Infuso con le Bucce di Arancia
20ml St German
5 ml sciroppo di orzata
15 ml lime
1/2 kiwi
Tecnica: Shake 3 secondi con Ghiaccio tritato e versare con esso in bicchiere basso.
Bicchiere: Tumbler Basso
Decorazione: Petali di Mandorle e Kiwy Disidratato

Taormina e mixology. Come sta andando questa estate?
“Sicuramente soffriamo molto la mancanza del turismo internazionale, ma ci stiamo difendendo nel portare qualità e una buona mixology. Non ci siamo mai fermati nel progettare il 2020 e abbiamo sempre lavorato così da essere pronti per affrontare questa breve stagione”.

Qual è il futuro della mixology?
“Il futuro della mixology è sempre in continua evoluzione e molti giovani si stanno avvicinando a questo mondo. Anche se io credo che non bisogna mai strafare anzi la semplicità e il giusto equilibrio sono la chiave vincente. Un’altra cosa che ci tengo a dire è che un buon bartender non è solo dietro il bancone”.

Quale potrebbe essere un cocktail per So Wine So Food?
GlobTrotter: è un drink che ha uno spirito tutto internazionale. In un anno dove è diventato improvvisamente difficile poter viaggiare, condividere etnie, modi di vivere e gusti diversi, abbiamo deciso di creare GlobeTrotter, un tributo al piacere di essere giramondo, per viaggiare in maniera avventurosa, con scarsi mezzi e spesso senza una meta precisa. Di fatti il drink è fatto con Jack Daniel Whiskey (USA), passando per il Messico con Casamigos Mezcal, un tocco tutto tropicale dato da succo di Ananas e sciroppo allo zenzero”.

Ricetta Completa
Globe Trotter prezzo € 15,00
45ml Jack Daniel Whiskey
30ml Succo di Ananas
5 ml Casamigos Mezcal
10ml Sciroppo di Zucchero allo zenzero
10ml Succo di Lime
Fever Tree Ginger Ale
Preparazione
Shake
Bicchiere: Tubler Alto
Decorazione: Ananas disidratato

In un passo di sogni si varca il mare, in un passo a Taormina, grazie a Christian Sciglio, si varcano i sogni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *